L’aspartame fa male: l’inchiesta di Report sui danni che può provocare

Spread the love

aspartame fa male

L’aspartame fa male: l’inchiesta di Report sui danni che può provocare

La scorsa puntata del famoso settimanale di Rai Tre, Report, ha offerto un interessante servizio dedicato all’aspartame, il famoso dolcificante dietetico frutto di una combinazione tra due aminoacidi, che ha messo in evidenza alcuni importanti interrogativi su quelli che potrebbero essere dei danni di non poco conto alla salute, assumendolo in modo regolare attraverso la propria alimentazione. Secondo l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, la EFSA, l’aspartame fa male in questi casi: nel caso dei bambini, fino a 30 kg, bevendo 4 lattine di bevande light, mangiando 2 yogurth, 2 merendine e 10 caramelle light in un giorno. Nel caso degli adulti, con un peso pari a 60 kg, le quantità indicate andrebbero raddoppiate.

Report: l’aspartame fa male, l’EFSA deve effettuare nuovi studi

Secondo Report, i limiti indicati dall’EFSA, andrebbero rivisti attraverso nuovi studi. L’istituto di ricerca oncologica Ramazzini, difatti, ha messo in evidenza – nello studio a firma di Morando Soffritti – i rischi di insorgenza di tumori, su topi, in relazione all’assunzione di aspartame. Molto probabilmente, secondo questo studio, l’aspartame potrebbe essere già pericoloso con tre lattine di bibite light, nel caso di bambini dal peso di 30 kg. L’EFSA, sulla base di questo studio, ha deciso di riesaminare la pericolosità dell’aspartame: nel mese di settembre, quindi, potrebbero essere emanate nuove direttive a tutela della salute.

LEGGI ANCHE  Il cibo vietato in gravidanza

Spread the love

8 commenti su “L’aspartame fa male: l’inchiesta di Report sui danni che può provocare

  1. Gli strumenti giusti fanno l’esperienza. Si sente sempre parlare di studi scientifici controllati, ma che sicurezza dà questa espressione? NESSUNA. Gli studi devono avere una significatività statistica. E’ questo il concetto da me seguito nel mio Pediatric Allergy, Asthma and Immunology (Springer) nel presentare gli innumerevoli studi sui farmaci per bambini e ragazzi (vedi anche le migliaia di voci bibliografiche). Se non avessi offerto ai lettori del mio trattato in internet questa sicurezza scientifica, non avrei venduto 10300 copie del trattato, tra copie in stampa e in internet e altre 504 copie nel primo bimestre 2012. Ho ricavato un risibile guadagno economico dal frutto delle mie fatiche. In conclusione, Report controlli quali studi abbiano una significatività statisticamente apprezzabili e quali no
    Professor Arnaldo Cantani

  2. Un dietologo una volta mi ha detto che se nell’elenco degli ingredienti di un prodotto ci sono parole difficili da pronunciare vuol dire che fanno male. Al posto dei dolcificanti e dello zucchero, sia di canna che bianco, basta prendere il fruttosio. Ormai c’è anche nei bar.

  3. Tutto fa male e tutto è necessario… ogni cosa ha una dose letale che sarebbe opportuno sapere per tutte le cose che ingeriamo.

  4. ma che cosa c’è che non fa male al giorno d’oggi? Basta con qusto terrorismo!

  5. Avevo già sentito parlare in negativo dello aspartame, ascoltando la trasmissione di Report dove hanno spiegato i danni che provoca, penso che eviterò il più possibile di ingerirla.

  6. Io prendo l’apaspartame solo nel caffè debbo smettere, ne prendo tanti pochini al giorno. grazie

  7. Ho seguito con interesse l’inchiesta di report. Purtroppo indirettamente tra bibite e yogurt magri qualsiasi casa è invasa da aspartame. Suggerisco il miele per dolcificare, ha un gusto migliore ed è molto, ma molto piu sano. Per fortuna da un po’ ho preso l’abitudine di bere cappuccino e caffè non zuccherati. Ho il sospetto comunque che ci siano molti più additivi che fanno male, basta pensare all’alta percentuale di tumori dell’apparato digerente.

I commenti sono chiusi.