L’Italia è la prima produttrice di vino al mondo

Spread the love

vino-italia-primo-produttore-mondo

L’Italia conquista nuovamente il primo di primo produttore mondiale di vino

Dopo aver archiviato la precedente annata come una delle meno abbondanti di tutto il secondo decennio degli anni duemila, il nostro paese può tornare a sorridere per quanto riguarda il comparto vitivinicolo: la vendemmia 2018 si preannuncia infatti ricca, con 49 milioni di ettolitri di vino, una quantità in crescita di ben il 15 percento rispetto allo scorso anno – quando, lo ricordiamo, furono prodotti appena 42 milioni e mezzo di ettolitri – e che riporta il paese nel solco della media antecedente appunto il 2017, annus horribilis del settore.

Questo è il quadro che si presenta secondo le previsioni rese note dall’Osservatorio del Vino di Ismea e Unione Italiana Vini – UIV – al ministero delle politiche agricole, forestali, alimentari e turistiche. La crescita a livello di produzione è ovviamente un segnale positivo per il settore che, tuttavia, non è comunque esente da alcune problematiche, in modo particolare nel Mezzogiorno, dove la stagione estiva è stata caratterizzata da una quantità notevole di precipitazioni, aspetto questo che ha posto delle sfide non indifferenti ai produttori di alcune aree.

Coldiretti: una buona vendemmia per brindare al record nelle esportazioni

Secondo quanto ha reso noto Coldiretti – che ha svolto un’analisi sui dati pubblicati dall’Istat per la prima metà del 2018 relativi alle esportazioni di vino italiano – il nostro paese ha fatto registrare un incremento del 4 percento rispetto all’export del 2017, quando – sull’arco dell’anno – il comparto vitivinicolo ha sfiorato i 6 miliardi di euro di valore, conquistando così il primo posto sulla lista delle esportazioni di prodotti agroalimentari.

LEGGI ANCHE  Quanto devono cuocere i tortellini?

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

L’associazione fa notare come, in Italia, la vendemmia coinvolga la bellezza di 310’000 aziende del comparto agricolo e circa 46’000 aziende che si occupano di vinificazione, per una superficie coltivata a vite pari a 652’000 ettari, con un fatturato complessivo di 10,6 miliardi di euro tramite la vendita del vino, che tuttavia è ottenuto maggiormente sui mercati esteri piuttosto che quello nazionale, con circa 1,3 milioni di addetti ai lavori tra la cura delle vigne, le cantine, la distribuzione commerciale nonché tutte le attività correlate e a supporto.

Le vendite di vino sono cresciute in particolar modo negli Stati Uniti (incremento del 3.7 percento), in Germania (3.6 percento) e in Francia (con il 12.2 percento), mentre per contro, in Canada le esportazioni sono calate dell’1 percento.


Spread the love