Come fare il porridge

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

come preparare il porridge - Ricettepercucinare.com

Anche se non fa parte della nostra tradizione gastronomica, il porridge è un alimento che incuriosisce e che può venir voglia di provare qualche volta. Magari la domenica, quando abbiamo più tempo da dedicare alla colazione. Non a caso è proprio la domenica che spesso ci attardiamo in cucina nella preparazione dei pancakes! E allora, facciamo un salto nel mondo anglosassone ed impariamo assieme come fare il porridge. 

Come fare il porridge

Gli anglosassoni non bevono caffè e brioche la mattina, ma sovente gradiscono un porridge. Si tratta dell’autentica colazione inglese, considerata sana e nutriente, dunque perfetta per affrontare la giornata con il giusto sprint. E non hanno affatto torto perchè oltre ad essere buono, il porridge è anche nutriente! Lo potete preparare in tutte le stagioni, perchè il porridge si può gustare sia in inverno che in estate. Il realtà il porridge è una “base” che potete poi arricchire ed insaporire come meglio ritenete opportuno e come più vi piace. Aggiungerete dunque frutta fresca o secca, yogurt, miele, cioccolato. Molti bambini lo gradiscono anche a metà pomeriggio come merenda. Vediamo dunque come fare il porridge.

Come fare il porridge: gli ingredienti

Gli ingredienti per preparare il porridge sono i fiocchi d’avena o la crusca. Dovete farli bollire a fuoco lento, in acqua o meglio ancora nel latte. Potete usare qualunque tipo di latte, sia vaccino intero o parzialmente scremato, sia latte di mandorla. Molto bene anche il latte di soia. Questi ultimi due sono ideali se seguite una dieta vegana. Quanto alle dosi, regolatevi. Meno liquido mettete, più il risultato sarà denso, e viceversa. Quando avete ottenuto il vostro porridge, dovrete aggiungervi un cucchiaio generoso di sciroppo d’acero (che ormai trovate in tutti i supermercati) e la punta di un cucchiaino di sale. Ma entriamo nel merito della preparazione del porridge.

Tempi di cottura del porridge e preparazione dettagliata

Il porridge fatto in casa ha tempi di cottura che variano – come detto – in base alla tipologia di risultato che desiderate ottenere. Ma vediamo nel dettaglio come si prepara il porridge.

  • prendete un pentolino e riempitelo d’acqua salata
  • prendete una tazza e riempitela di fiocchi d’avena
  • quando l’acqua bolle, toglietela dal fuoco e versatela nella tazza
  • lasciate il tutto riposare per 10 minuti. L’acqua si assorbirà ed i fiocchi d’avena si gonfieranno.
  • poi versate il tutto di nuovo nel pentolino
  • aggiungete latte e zucchero
  • fate cuocere su fiamma media per una ventina di minuti circa

Come servire il porridge

Controllate sempre la consistenza del porridge, che sia secondo vostro gusto. Poi versatelo in una tazza o ciotola e aggiungete ciò che meglio vi “ispira”: una spolverata di cannella, delle gocce di cioccolato, dei pistacchi, un cucchiaio di crema o della frutta fresca.

Il porridge con frutta fresca: un’idea perfetta per tutte le stagioni

Ogni stagione ha i suoi frutti e sappiamo che mangiare la frutta è importantissimo. Proviamo dunque a preparare il porridge con frutta fresca! Potete aggiungere la frutta fresca sopra il porridge, assieme anche a qualche noce o nocciola. Oppure potete aggiungere mezza banana schiacciata in cottura. Un’idea è anche quella di aggiungere qualche uvetta. Come vedete la ricetta del porridge è davvero molto versatile e si presta a molteplici interpretazioni. Anche cannella e fichi o cannella e pera sono ottimi abbinamenti!

Il porridge con frutta secca: un toccasana per la tua salute

La frutta secca ha innumerevoli proprietà e contiene degli olii buoni che ci aiutano a tenere a bada il colesterolo cattivo e le patologie tipiche del sistema cardiovascolare. Proviamo allora a gustare il porridge con frutta secca o con muesli e frutti di bosco disidratati. Una versione saporita e sana al contempo.

Porridge freddo: si grazie, specie in estate

Se quanto abbiamo detto finora vi fa pensare che il porridge sia una preparazione calda e fumante da gustare solamente nella stagione fredda, sappiate che non è così. Potete anche gustare il porridge freddo, preparandolo per tempo e magari conservandolo proprio nel frigo.

Porridge salato, che idea!

Un’altra idea è quella di preparare un porridge salato. Lo preparerete eliminando ovviamente lo zucchero e usando il sale, dopodichè potete servirlo per esempio con un uovo all’occhio di bue e della rucola o dei pomodorini freschi, sale e pepe.

Porridge senza cottura

Infine, due parole sul porridge senza cottura. Di questi tempi tutti vogliamo fare presto ed accorciare i tempi. L’alternativa si chiama “overnight oatmeal” cioè zuppa di avena fredda. Non è nemmeno necessario far bollire l’acqua. Si prende una tazza, si aggiunge acqua e fiocchi d’avena, si ripone in frigo tutta la notte. La mattina si aggiunge yogurt o altri topping a piacere: frutta fresca o secca, frutti rossi, cocco o quello che volete voi.

Abbiamo risposto alla domanda “come preparare il porridge”? Speriamo di sì!

 

 


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *