3 segreti per sbucciare facilmente le castagne

Spread the love

grilled chestnut
Come sbucciare facilmente le castagne

La castagna, frutto autunnale per eccellenza

Tra i tanti frutti dell’autunno che si possono gustare ed apprezzare, mangiandoli in modo semplice o anche sfruttandoli per elaborare delle ricette speciali, la castagna è senz’altro la regina: con un contenuto di acqua – almeno all’atto della raccolta – pari a metà del suo peso, nonché ricca di fibre, glucidi e proteine, è un frutto anche piuttosto calorico. Uno degli inconvenienti più fastidiosi durante il suo consumo, è rappresentato senz’altro dal fatto che deve essere sbucciato: ma esistono dei modi per sbucciare le castagne facilmente?

Autumn chestnut mood

3 segreti per sbucciare facilmente le castagne

Ecco i nostri 3 segreti per eliminare senza fatica la buccia delle castagne:

  • Preparandole secondo la ricetta della bollitura, non vi dovrete preoccupare di fare altro che aggiungere giusto un cucchiaio di olio nell’acqua adoperata per la cottura: le sbuccerete in modo semplice e veloce!
  • Qualora faceste invece delle caldarroste, non dovrete far altro che sistemare le vostre castagne – appena cotte – in un panno umido, cosicché potrete levare – anche in questo caso – senza difficoltà la buccia.
  • Prima di far lessare le vostre castagne, abbiate cura di mettere in ammollo per alcune ore: al termine della successiva cottura, si sbucceranno con una facilità incredibile.
LEGGI ANCHE  A cosa fanno male le castagne?

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

Conoscevate questi segreti per sbucciare facilmente le castagne? Avete qualche altra ricetta della nonna per ovviare a questo fastidioso inconveniente della sbucciatura? Condividetelo nei commenti e… buona castagnata a tutti!

castagne-arrostite

Qual è la differenza tra le castagne commestibili e le cosiddette castagne matte?

Le castagne commestibili e le cosiddette “castagne matte” sono due tipi di frutti molto simili, ma con alcune differenze importanti:

  • Specie botaniche. Le castagne commestibili provengono dal castagno europeo (Castanea sativa), mentre le castagne matte sono frutti del castagno cinese (Castanea mollissima) o del castagno giapponese (Castanea crenata). Queste due specie appartengono alla stessa famiglia, ma sono diverse.
  • Sapore. Le castagne commestibili hanno un sapore dolce e sono tradizionalmente utilizzate in cucina per preparare dolci, zuppe e altri piatti. Le castagne matte, d’altra parte, hanno un sapore più amaro e tannico e di solito non sono commestibili fresche a causa dell’alto contenuto di tannini, che le rende molto aspre.
  • Utilizzo. Le castagne commestibili possono essere consumate fresche o secche dopo essere state cotte. Le castagne matte, invece, non sono solitamente mangiate fresche a causa del loro sapore e del contenuto di tannini. Tuttavia, possono essere utilizzate per produrre farina o per altri scopi industriali.
  • Guscio. Il guscio delle castagne commestibili è solitamente liscio e più facile da aprire, mentre le castagne matte hanno un guscio più spesso e ricoperto da spine, rendendole più difficili da aprire e meno convenienti per il consumo.
LEGGI ANCHE  I Menu di Benedetta con Carlo Cracco

In sintesi, mentre le castagne commestibili sono ampiamente utilizzate in cucina e sono apprezzate per il loro sapore dolce, le castagne matte sono meno comuni e non sono considerate commestibili a causa del loro sapore amaro e del contenuto di tannini elevato.

Ricetta delle caldarroste

Ecco la ricetta per preparare le caldarroste, un delizioso snack autunnale:

Ingredienti:

  • Castagne (quantità a piacere)
  • Acqua

Istruzioni

  • Preparazione delle castagne. Prima di cuocere le castagne, assicurati di inciderle superficialmente con un coltello affilato. Questo è importante perché evita che le castagne esplodano durante la cottura. Fai un’incisione a forma di X su ciascuna castagna, incidendo solo la buccia.
  • Ammollo delle castagne (opzionale). Alcune persone preferiscono ammollare le castagne in acqua per circa 15-30 minuti prima di cuocerle per rendere più facile pelarle dopo la cottura. Questo passaggio è facoltativo, ma può rendere la pelatura più semplice.
  • Preparazione del fuoco. Se hai un camino o un fuoco all’aperto, puoi cuocere le castagne direttamente sulle braci. Altrimenti, puoi utilizzare una padella apposita o una piastra da cottura.
  • Cottura delle castagne. Metti le castagne incise sulla superficie calda, assicurandoti di girarle di tanto in tanto per assicurarti che cuociano uniformemente. Se stai utilizzando una padella, puoi coprirla con un coperchio per aiutare a trattenere il calore e a cuocere meglio le castagne.
  • Cottura. Le castagne di solito impiegano circa 20-30 minuti per cuocere completamente, a seconda della dimensione e della freschezza. Potresti sentire un leggero sibilo o crepitio mentre cuociono, e la buccia potrebbe iniziare a sollevarsi.
  • Verifica della cottura. Per verificare se le castagne sono cotte, puoi infilare la punta di un coltello nella parte più spessa di una castagna. Se il coltello entra facilmente, le castagne sono pronte.
  • Servizio. Una volta cotte, puoi rimuovere le castagne dal fuoco e servirle calde. Puoi anche aspettare che si raffreddino leggermente prima di pelarle, se preferisci.
  • Pelatura e consumo. Dopo la cottura, pelare le castagne per rimuovere la buccia esterna e la pellicola interna. Quindi gustale calde e goditi il loro sapore autunnale!
LEGGI ANCHE  11 novembre menu di Cotto e Mangiato

Le caldarroste sono deliziose da sole o possono essere accompagnate da un bicchiere di vino rosso o dolce per completare l’esperienza. Buon appetito!

 


Spread the love