La Prova del Cuoco del 14 gennaio 2019

La Prova del Cuoco

Oggi a La Prova del Cuoco del 14 gennaio 2109 si parla di porro: scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul porro, prodotto di stagione.

Va dove ti porta il cuoco

Cannelloni di porro ripieni al forno di Clara Zani

INGREDIENTI

  • 4 porri
  • 400 g di carne di manzo macinata
  • 5/6 cc passata di pomodoro
  • 500 g di besciamella
  • 5/6 cc di formaggio grattugiato
  • capperi dissalati, sale, vino bianco secco, olio evo, pepe nero, macinato qb

PREPARAZIONE

  • Tagliare il porro e pulirlo;
  • Svuotare il porro e poi sbollentarli come se fossero dei cannelloni;
  • Preparare una besciamella lenta con sopra la pellicola, altrimenti non si può più usare;
  • Mettere in padella la carne macinata con l’interno del porro stufato leggermente;
  • Condire con un po’ di sale, pepe, capperi dissalati;
  • Sfumare con il vino bianco e poi aggiungere un po’ di pomodoro;
  • Far andare il tutto per 14-15 minuti circa;
  • Mettere in acqua freddissima i porri sbollentati;
  • Farcire il porro con questo composto di carne macinata;
  • Disporre i cannelloni nella teglia con la besciamella;
  • Aggiungere il formaggio grattugiato;
  • Far andare in forno statico a 180°C per 20 minuti;

Costo del porro al kg: a Foggia 3 euro, Biella 2/2.2 euro, Terni 2.30/2.50, mentre   2.50/3 euro a Lecce.

Porro: tutti i modi per usarli in cucina

Sonia Donati ci parla del porro: ci sono il porro gigante e quello tradizionale. L’usi del porro in cucina, oltre come pasta, si può aprire a libro e brasare lentamente con olio evo. Si può servire con una salsa di zafferano e sbriciolata di nocciole. Il porro, aglio e cipolla: sono della stessa famiglia: il porro ha caratteristiche dell’aglio e cipolla, come ad esempio l’allicina che ha l’aglio e ha funzione antibiotica a crudo. La parte interrata deve essere bianca, foglie verdi e rigide e non devono esserci aloni di ruggine e non ci devono essere né macchi né deformazioni. Si puliscono così: togliere la barbetta e la parte legnosa del verde. La parte tra il verde e bianco ha tanta vitamina C ed è perfetta per un decotto: l’acqua aggiungendo un po’ di limone aiuta a depurare. La parte verde legnosa è adatta per i brodi: fare un mazzetto aromatico con le foglie del sedano, di alloro, timo e legare il tutto insieme. Se viene cotto si deve mangiare perché il giorno dopo si deteriora, mentre da fresco è meglio tenerlo coperto in terrazza o in frigo con un sacchettino. I porri invernali sono meno saporiti di quelli estivi? Falso, sono più saporiti quelli invernali che sono più aromatici; quello estivo è più delicato. I porri hanno proprietà diuretiche? Sì, stimolano l’organismo per la depurazione ed è anche afrodisiaco. Il porro può sostituire il cipollotto? Vero, poiché a tutte le sue caratteristiche.

Continua la lettura » 1 2

1 Commento

  • Personalmente penso che la brava conduttrice Isoardi, dovrebbe essere meno invadente con le sue chiacchere lasciand più spazio alle ricette presentate dai cuochi e alle ossevazioni dei giudici.

    Paolina Carrara il 16 Marzo 2019 alle 15:21

Scrivi un commento