Wurstel ritirati per allarme listeria, ecco cosa è successo

Spread the love

Wurstel ritirati per allarme listeria, muoiono 6 persone dopo l’ingestione

E’ notizia di queste settimane che 6 persone sono decedute per aver contratto la listeriosi a seguito del consumo di alcuni wurstel contaminati acquistati al supermercato. Oltre alle persone decedute, ve ne sono un’altra sessantina in ospedale con una grave infezione da Listeria monocytogenes. 

Ad essere contaminati sarebbero, secondo quanto dichiarato dalle autorità sanitarie, dei wurstel prodotti in uno stabilimento veronese e confezionati per conto di diverse aziende. Tra queste, la più nota è forse Wudy Aia.

A questo punto è stato comunicato ai supermercati d’Italia ritirare dalla vendita i wurstel prodotti presso il suddetto stabilimento – Agricola Tre Valli Soc. Coop, stabilimento di piazzale Apollinare Veronesi 1, a San Martino Buon Albergo, VR – lotto di produzione IT 04 M CE).

Sembra che ad essere contaminati siano 3 tipologie di wurstel Wudy Aia, il classico, il classico snack e il wurstel al formaggio. Le date di scadenza riportate sulle confezioni oscillano tra il 20 settembre e il 5 dicembre 2022. Vi consigliamo di controllare se li avete in frigo, ed in tal caso è bene gettarli.

Ma non è solo Aia ad essere coinvolta. Tra gli altri marchi ve ne sono anche di meno noti, tra cui Wür,, Golo, Pavo Salumeo di Lidl e Salchicha, per le quali non ci sono indicazioni più precise. Un altro marchio coinvolto nella diffusione dell’infezione da listeriosi è Töbias, che lo stabilimento veronese produce per Eurospin.

LEGGI ANCHE  Come abbronzarsi di più con un aperitivo speciale

Ma non solo, ecco altri supermercati che hanno distribuito i wurstel ritirati:

  • Lidl,
  • Eurospin,
  • Esselunga,
  • Penny market,
  • Conad,
  • Sogegross,
  • Unes,
  • Bennet,
  • Prix,
  • Tigros

Prodotti Eurospin, sono sicuri?

Abbiamo parlato diverse volte sulle pagina di questo magazine dei prodotti Eurospin sottolineandone la bontà e la qualità. Purtroppo questi episodi, seppur gravissimi, possono accadere. I wurstel ritirati da Eurospin non sono più nei supermercati dunque, come anche negli altri supermercati d’Italia, potete stare tranquilli.

Ad ogni modo, se avete il dubbio, controllate sempre prima di acquistare. I wurstel Eurospin contaminati hanno il numero di lotto 1785417 con scadenza 03/09/2022, e un altro numero di lotto 1810919 con scadenza 17/09/2022.

Come si contrae la listeriosi e che sintomi dà?

La listeriosi si contrae mangiando alimenti contaminati dal batterio della Listeria. Il batterio in questione sopravvive benissimo anche in frigorifero. Se raggiunge una carica importante, può scatenare l’infezione nell’uomo. Può essere presente nella carne ma anche negli ortaggi. Ad essere portatori del batterio sono i caprini, gli ovini ed i bovini. Per prevenire l’infezione da listeria è fondamentale:

  • cuocere bene tutti i cibi in modo che questi raggiungano una temperatura anche interna di almeno 70 gradi
  • lavare bene frutta e verdura
  • evitare contaminazioni tra cibi cotti e cibi crudi
  • consumare i cibi cotti dopo averli cotti
  • riscaldare bene, a temperature alte, anche i cibi già pronti (come quelli che si prendono nelle gastronomie)
  • evitare di bere cibo non pastorizzato
LEGGI ANCHE  Come fare le castagne al forno

Sintomi della listeriosi: ecco cosa accade a chi mangia i wurstel ritirati (o altri alimenti contaminati)

La listeriosi è una tossinfezione alimentare. Causa sintomi blandi o molto forti, dipende dall’entità dell’infezione. In taluni casi il malato può anche arrivare alla morte. Ecco i sintomi:

  • dolori addominali, diarrea, vomito, febbre, nei casi più blandi
  • nelle donne in gravidanza provoca aborto spontaneo
  • nei casi gravi porta meningite

In generale, non bisogna mai mangiare i wurstel crudi

Mangiare i wurstel crudi è una pessima abitudine e fa davvero male. Non a caso, su tutte le etichette dei wurstel ritirati e “incriminati” in questa vicenda, così come tutti gli altri peraltro, c’è scritto chiaramente che si tratta di un alimento che non bisogna mai mangiare crudo. Consumare previa cottura, dicono le etichette. Difatti, la cottura distrugge tutte le cariche batteriche, anche le più pericolose.


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *