Regione che vai, Pasqua che trovi

Spread the love

Scarcella di Pasqua

La Pasqua regionale

Sebbene la Pasqua porti con sé un numero minore di tradizioni gastronomiche rispetto al Natale, riesce ugualmente a identificare ogni regione grazie alle ricette dolci e salate che in questo periodo non possono mancare. Servendosi di alcuni ingredienti assolutamente protagonisti e di dolci regionali dai sapori semplici e caserecci, le feste di Pasqua sono un’ottimo modo per sperimentare in cucina la propria abilità con biscotti, lievitati dolci, torte salate, uova di cioccolato e carni di agnello e capretto.

I protagonisti salati: carne di agnello e capretto

Le ricette, come dicevamo, variano da regione a regione ma tutte hanno dei comuni denominatori che le annoverano a pieno diritto nei piatti tipici della Pasqua. Innanzitutto, non possono mancare il capretto e l’agnello. Quest’ultimo, in particolare, è il cibo rituale per eccellenza, un simbolo religioso legato all’innocenza e che diventa protagonista assoluto della tavola di Pasqua. La tradizione vuole che l’agnello sia arrostito direttamente sul fuoco alimentato dai rami di vite. Ma, come sappiamo, i modi per cucinare l’agnello sono davvero molti, perché un tipo di carne gustosa, tenera e molto versatile. Potrete cucinare le costolette d’agnello, per esempio, alla brace o fritte dopo averle impanate. Altre preparazioni, invece prevedono l’abbinamento con le verdure, in particolare con i carciofi, e con tutte le erbe aromatiche tipiche della primavera. Il cosciotto, una volta disossato, è perfetto per ospitare irresistibili farciture, mentre le costolette possono essere farcite e avvolte nella pancetta. Molto conosciuta è la coratella con i carciofi, piatto tipico del Lazio che si compone di tutte le interiora vicine al cuore dell’agnello insaporite dai carciofi.

LEGGI ANCHE  Chocobarocco 2010

I protagonisti salati: l’uovo

L’uovo è il simbolo del risveglio della natura e sulla tavola di Pasqua di ogni città d’Italia non manca mai, sebbene sempre in forme diverse l’una dall’altra. Che sia di gallina o di quaglia, l’uovo può arricchire torte salate e crepes, polpette, tartellette e condimenti per piatti belli da vedere e ancor più buoni da mangiare. Nel tortano napoletano l’uovo viene inserito intero e crudo sulla sua superficie, nella torta pasqualina ligure viene aggiunto sodo in modo da creare un effetto molto scenografico in ogni fetta, nel brodetto pasquale romano colora e insaporisce il brodo di gallina. Nelle crespelle, infine, può diventare un ripieno cremoso e colorato, perfetto se abbinato alle verdure.

Prosegui la lettura per scoprire le ricette dolci che abbiamo preparato per l’imminente Pasqua!


Spread the love
Continua la lettura » 1 2