Le ricette dei dolci di Carnevale, tradizione italiana

Spread the love

La settimana scorsa avevamo parlato dei piatti salati tipici della festa di Carnevale per ogni regione, ma si sa, il Carnevale è soprattutto la festa dei dolci! E allora siamo andati a scovare quali sono le ghiottonerie carnascialesche principali su e giù per l’Italia – oltre le chiacchiere, ormai diventate dolce nazionale – per la maggior parte tutte con un comune denominatore: bontà e frittura!

Partendo dal nord, tra i dolci di carnevale citiamo le rinomate Fritole venete, frittelle di pasta dolce liquorosa con uva passa, pinoli e canditi, o i Caramei veneziani, che sono in realtà croccante alle mandorle ma spezzettato e servito come se fossero tanti  biscotti. Andando in Trentino troviamo i Grostoli, una sorta di chiacchiere nazionali, ma con l’aggiunta nella preparazione di latte o vino bianco e acquavite; in Liguria sono famosissime le Bugie – nient’altro che le chiacchiere ma con un nome tipico ligure – e in Emilia Romagna tagliatelle fritte emiliane al profumo di arancia insieme alle golosissime Castagnole, frittelle a forma di castagna spolverate di zucchero o ripiene di crema o cioccolato. Le castagnole appartengono anche alla tradizione del Lazio, dove le chiacchiere traggono le loro origini storiche: le frictilia erano infatti un dolce tipico dell’antica tradizione romana, fritte nel grasso di maiale. E nel resto d’Italia cosa si mangia a Carnevale? Ve lo sveleremo nella prossima pagina…

LEGGI ANCHE  Torta ricotta Nutella che non affonda

Spread the love
Continua la lettura » 1 2 3 4