Quanto deve cuocere il riso?

Spread the love

Quanto deve cucoere il riso? A ciascun riso la sua forma, la sua storia e i suoi tempi di cottura
quanto deve cuocere il riso - Ricettepercucinare.com

Quanto deve cuocere il riso? Il riso è un alimento apparentemente banale e facilissimo da cuocere. Quante volte abbiamo pensato di fare un riso in bianco al volo e poi ci sono sorti alcuni dubbi in merito alla sua preparazione! E poi, c’è riso e riso: riso vialone, arborio, basmati, riso venere, riso per sushi….ciascun riso ha le sue regole! 

L’Italia è il primo produttore di riso d’Europa

Devi sapere che l’Italia è il primo produttore di riso a livello europeo. Pensa, le varietà di riso esistenti al mondo sono la bellezza di 140. Per dare una prima grossolana classificazione del riso, devi sapere che il riso si distingue tra riso a chicco tondo, medio o lungo.

  • Il riso a chicchi tondi si usa per le preparazioni brodose o per i dolci.
  • Il riso a chicchi medi per preparazioni al forno.
  • Il riso a chicchi lunghi è molto usato per i risotti e per i contorni.

Andiamo insieme alla scoperta dei tempi di cottura del riso e delle caratteristiche di ciascuna varietà.

Quanto deve cuocere il riso bollito: un’indicazione di massima

Il classico riso bollito che prepariamo quando decidiamo di mangiare “in bianco” o non abbiamo null’altro sotto mano si bollisce in acqua salata per 15 minuti. Al termine di questo tempo si scola. Se si desidera mangiare un riso bollito caldo con olio e parmigiano o grana, si scola e si condisce. Se l’obiettivo è invece fare un’insalata di riso, va passato sotto l’acqua fredda, in modo da sgranare per bene i chicchi.

LEGGI ANCHE  Come cucinare la coda di rospo? 3 idee da copiare

Come e quanto deve cuocere il riso per sushi

Quanto deve cuocere il riso per sushi? Ebbene, il riso per sushi è uno dei più amati e gustati del momento. Con il riso per sushi tantissime persone si dilettano a preparare il sushi a casa. Ma non solo. Uno dei piatti più preparati anche a casa è il poké bowl. Si tratta di un piatto hawaiano appunto a base di riso, con altri ingredienti naturalmente. Il riso per sushi si sciacqua bene, poi si mette in una pentola e si copre d’acqua sino a superare di un dito la sua superficie. Dopodichè si aggiunge un pizzico di sale e si accende la fiamma. Si copre e dopo 12 minuti si lascia riposare in modo che il vapore residuo nella pentola termini la cottura. In questo modo si ottiene un riso decisamente morbido e profumato.

Tempo di cottura del riso basmati

Il tempo di cottura del riso basmati è uguale a quello del riso per sushi. E uguale è il procedimento di cottura. La differenza è che mentre il riso basmati poi si usa così com’è (ottimo per accompagnare il curry, per esempio), il riso per sushi si condisce con aceto e zucchero, o con un condimento a base di aceto e zucchero già presente ormai in tutti i supermercati.

Riso Vialone nano: chicco corto e tondo

E’ una varietà di riso piuttosto pregiata. Si usa molto per i risotti. Il suo tempo di cottura è di circa 16-18 minuti.

LEGGI ANCHE  Insalata di riso profumata

Cottura del riso Venere: il famoso riso a chicco nero

Il riso venere è quello nero e cuoce solitamente in 40 minuti. Dovrete armarvi di santa pazienza! Qualcuno lo fa in pentola a pressione, e ci impiega 20 minuti, ma non garantiamo del risultato!

Riso Padano: chicco medio, zuppe

Il riso Padano è un riso con chicchi di grandezza media. Si usa spesso per zuppe, minestre e preparazioni in umido, ma anche per piatti più complessi al forno. Il tempo di cottura del riso padano è di 13-15 minuti.

Riso Arborio: chicco corto, risotti

Il riso Arborio si usa moltissimo per i risotti all’onda (come il Carnaroli), ma è molto versatile e spesso fa capolino in insalate fredde o altri piatti estivi. Una curiosità: questo riso si chiama così per l’omonima località in provincia di Vercelli nella quale fu selezionata questa varietà per la prima volta. Era il 1946. Il tempo di cottura del riso Arborio è di 16-17 minuti.

Riso Roma: chicco lungo, timballi

E’ un riso a chicco lungo  dunque meno usato per risotti ma più per timballi o preparazioni al sugo. E’ ottimo in quanto assorbe molto bene i condimenti. Il tempo di cottura del riso Roma è di 16-17 minuti.

Riso Carnaroli: chicco lungo

Il riso Carnaroli è il re di tutti i risi: ecco quanto deve cuocere per essere perfetto

Abbiamo detto che il riso a chicco lungo non sempre si usa per i risotti ma il Carnaroli fa eccezione. E’ un riso ampiamente usato per risotti. E’ chiamato “il re dei risi” e tiene molto bene la cottura. Ha meno amido del riso Arborio. Quando deve cuocere il riso Carnaroli? Cuoce in 15 minuti.

LEGGI ANCHE  Insalata di pollo morbidissimo, come si fa

Riso Originario: chicco tondo

Il riso Originario assorbe molti liquidi. Si usa molto per dolci, sformati, timballi e minestre. Cuoce in 12-14 minuti.

Riso Ribe è un riso tondeggiante

Il riso Ribe è un riso passepartout in quanto lo si può usare per moltissime preparazioni. Lo si usa per contorni, preparazioni tradizionali come arancini o supplì, ma anche risotti, minestre. Il tempo di cottura del riso Ribe è di 17 minuti.

Quanto deve cuocere il riso parboiled?

Il riso parboiled è un riso precotto e privo di glutine

Il nome parboiled deriva dall’inglese “partially boiled” cioè precotto. Al contrario di quello che potreste pensare, non è un riso integrale. E’, però, meno raffinato del riso bianco, dunque conserva al suo interno più vitamine e sali minerali. Tiene molto bene le cotture lunghe ed è più digeribile delle altre tipologie di riso. Il vantaggio del riso parboiled è che è privo di glutine dunque perfetto anche per chi soffre di celiachia. Quanto deve cuocere il riso parboiled? Il tempo di cottura del riso Parboiled è di 15-18 minuti.


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *