Calamari ripieni al forno morbidissimi, ricetta facile da copiare subito


Calamari ripieni - Myitalian.Recipes

Come preparare dei calamari ripieni al forno morbidissimi, con una ricetta facile e veloce, perfetta per stupire i propri commensali con un secondo piatto di pesce adatto a tutta la famiglia, tenero e gustoso. Perfetto persino per fare la “scarpetta”! A voi la ricetta e qualche piccolo segreto che vi consentirà di non sbagliare.

Curiosità sui calamari

Prima di addentrarci nella ricetta dei calamari al forno, vediamo qualche piccola curiosità sul tema. Forse non tutti sanno che il nome “calamaro” deriva dal latino “calamo”, che era il contenitore che conteneva l’inchiostro (il calamaio, appunto) per scrivere con la penna. Non a caso, il calamaro è un cefalopode contenente una sacca di inchiostro, che usa all’occorrenza per intorbidire l’acqua e fuggire di fronte ad eventuali predatori. I calamari sono presenti sia nel Mediterraneo che nel mare del Nord ed abbondano sulle tavole di tutta Europa. Sono molto graditi fritti, ma si prestano anche molto bene a dar vita ad altre tipologie di ricette, tra cui appunto quella che ci accingiamo a proporre di seguito.

LEGGI ANCHE  Ricetta zuppa di asparagi

Come scegliere i calamari migliori

Quando si tratta di scegliere i calamari freschi, ci sono diversi punti da tenere in considerazione per garantire che si ottenga il miglior prodotto possibile. In primo luogo, è importante cercare calamari dalle carni soda e consistente, che non presentino odori sgradevoli, indicativi di scarsa freschezza. I calamari freschi dovrebbero avere una pelle brillante e priva di macchie scure o secche. Inoltre, è consigliabile optare per calamari con occhi trasparenti e sporgenti, poiché ciò indica freschezza. È inoltre utile prestare attenzione alla consistenza delle ventose sui tentacoli: dovrebbero essere robuste e non molli. Infine, la dimensione del calamare può essere indicativa della sua qualità: calamari più piccoli tendono ad essere più teneri, mentre quelli più grandi possono essere leggermente più duri ma offrono un sapore più intenso.

Perchè in Sicilia si chiamano anche calamari “mbuttonati”?

Il termine “mbuttonati” per riferirsi ai calamari è di derivazione siciliana e risale al dialetto locale. Questo termine deriva dall’italiano “imbuttunati”, che significa letteralmente “bottone”, facendo riferimento alla forma simile a un bottone che assumono i calamari quando vengono preparati tagliati ad anelli. Questa denominazione è stata coniata proprio per descrivere la forma tondeggiante e compatta degli anelli di calamaro, che ricordano vagamente la forma di un bottone. Questo termine è diventato comune soprattutto nel linguaggio culinario siciliano, ma è diffuso anche in altre regioni d’Italia dove vengono apprezzati i piatti a base di calamari. La sua diffusione è stata tale che anche al di fuori dell’Italia, nelle comunità italiane all’estero, il termine “mbuttonati” è stato adottato per descrivere i calamari cucinati in questo modo.

LEGGI ANCHE  Doppio fritto di pesce e verdure di Benedetta Parodi

Calamari ripieni al forno morbidissimi: gli errori da non fare per ottenere una ricetta perfetta

I calamari ripieni al forno che vi illustreremo di seguito saranno morbidissimi se farete attenzione a qualche piccolo dettaglio. La preparazione a dire la verità è molto semplice, ma è comunque necessario fare attenzione a qualche piccolo passaggio, per non ottenere un prodotto finale stopposo e poco gradevole al palato. Ecco i consigli “della nonna” per fare i calamari morbidi:

  1. Il pesce non va mai stracotto. La carne diventa tenera con le cotture lunghe, il pesce al contrario diventa duro. Per dei calamari di dimensioni medie, 20 minuti sono sufficienti
  2. E’ fondamentale usare il coperchio se si tratta di calamari in padella. Se invece si tratta di calamari al forno, potete coprirli con un foglio di alluminio
  3. Se cuocete i calamari ripieni al forno in padella, sfumateli con il vino bianco e non esagerate con la rosolatura. Una rosolatura troppo lunga li renderà duri.
  4. L’acqua di cottura dei tentacoli e delle pinne non va buttata, al contrario va messa nel ripieno

Ecco dunque svelato come ottenere dei calamari al forno morbidissimi.

La ricetta dei calamari ripieni al forno morbidissimi

Ingredienti per i calamari ripieni al forno

  • 4 calamari (regolatevi in base alle dimensioni, l’ideale è una dimensione media
  • 20 grammi di pecorino non troppo piccante
  • 1 uovo
  • 4 patate
  • capperi sottosale ben sciacquati qb
  • 2 spicchi d’aglio
  • 40 g di pangrattato
  • 100 g di pane raffermo
  • due manciate di olive nere denocciolate
  • sale e pepe
  • 1 mazzetto piccolo di prezzemolo
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva (ottimo l’olio pugliese, ma va anche bene quello di altre regioni di vostro gusto)
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco, va bene un vino da cucina
LEGGI ANCHE  Sarde alla spagnola

Preparazione dei calamari ripieni al forno

Ecco la preparazione dei calamari al forno, ricetta facile e veloce

  • pulire bene il calamaro eliminando la cartilagine, tagliando pinne e tentacoli e lavandolo bene
  • tagliuzzate pinne e tentacoli e cuoceteli in padella con aglio, olio e prezzemolo e poi sfumando con vino bianco. Regolate di sale e, se gradito, di pepe
  • mettete il pane raffermo a bagno in acqua
  • adesso non dovrete far altro che strizzare bene il pane e creare la farcia con tutti gli ingredienti eccetto le patate. Aggiungete l’uovo per ultimo, vi servirà da legante
  • Farcite i calamari per bene e chiudeteli con uno stuzzicadenti
  • preparate una emulsione con olio, sale, prezzemolo tritato, un pò di pangrattato
  • adagiate i calamari su carta forno, spennellateli con il preparato
  • mettete tutto attorno le patate tagliate a dadini piccoli o fette sottili (non pezzi troppo grossi, altrimenti non faranno in tempo a cuocere)
  • infornate a 180 gradi per 20 minuti coperto da alluminio
  • i vostri calamari ripieni al forno facili e veloci sono pronti!

2 commenti su “Calamari ripieni al forno morbidissimi, ricetta facile da copiare subito

I commenti sono chiusi.