Cucinare il pesce spendendo poco

Spread the love

Orata al forno - Paciulina

Il pesce meno costoso

Cucinare il pesce fresco implica quasi sempre una sorta di impegno, legato alla spesa e al tempo necessario per pulirlo prima di cucinarlo. Per molte persone, realizzare un pasto a base di pesce significa necessariamente mettere in tavola scampi e gamberi, tonno, aragoste e ostriche. Certo, sono tutti pesci, crostacei e molluschi dal sapore unico ma che, purtroppo, hanno un prezzo di mercato decisamente superiore alla media. Non tutti sanno, forse, che si può realizzare un intero menu a base di pesce spendendo poco e utilizzando comunque pesci gustosi e molto versatili in cucina.

Pensiamo alle sarde, alle alici, alle cozze, alle vongole o ad alcuni tipi di calamari che spesso non superano i 6-8 euro al chilo ma consentono di realizzare un’infinita di ricette veloci e gustose. Ovviamente, influisce sul prezzo finale della spesa anche il luogo in cui decidete di acquistare il pesce. Scegliete, se potete, sempre il pesce fresco e compratelo perciò ai mercati mattutini della vostra città o dal vostro pescivendolo di fiducia. Un pescivendolo che vende solo pesce fresco, pescato la notte precedente, probabilmente avrà un locale davvero molto piccolo e chiuderà non appena avrà esaurito le scorte giornaliere.

LEGGI ANCHE  Patate farcite

Menu di pesce gustoso ed economico

Se avete deciso, dunque, di stupire i vostri ospiti con un menu di pesce ma non volete spendere una cifra esorbitante ecco i consigli per fare bella figura! Cominciate dall’antipasto realizzando le alici marinate, piatto semplice e irresistibile. Vi basterà, infatti, pulire e deliscare le alici più grandi e marinarle per molte ore in una soluzione di vino, aceto e aromi. Le cozze gratinate, inoltre, sono un antipasto saporito e facile da realizzare, una tira l’altra! Il primo piatto è quello che domina tutto il pasto e, di solito, la pasta fresca è perfetta per accompagnare il pesce. Potete realizzare la tradizionale calamarata, gli spaghetti con le vongole e il pesto o gli scialatielli con un ragù bianco di gamberetti con le zucchine o le punte di asparagi. Per il secondo piatto niente di più facile che preparare la classica frittura di calamari e gamberetti, i calamari ripieni, alici e patate al forno o una deliziosa impepata di cozze, tutti piatti belli da vedere prima che ottimi da mangiare. Accompagnate i secondi di pesce con un’insalata fresca e decorate i piatti con fette di limone che esaltano il sapore del pesce.

I prezzi dei mercati italiani

Considerando che i prezzi del pesce variano in base al luogo e alla stagione dell’anno in cui vengono applicati, ci sono delle linee standard che è possibile seguire per conoscere i prezzi indicativi dei tipi di pesci più economici. Come dicevamo, acciughe e alici ma anche sgombri e trote costano intorno ai 6 euro/kg, le cozze 2 o 3 euro/kg mentre già con le vongole, i calamari, l’orata e la spigola d’allevamento si arriva ai 10-12 euro/kg. I più costosi restano la spigola e il pesce spada che si aggirano intorno a 23-24 euro/kg.

LEGGI ANCHE  La Prova del Cuoco del 5 marzo

Prosegui la lettura per scoprire alcune tra le più belle ricette di pesce preparate dal nostro chef!

 


Spread the love
Continua la lettura » 1 2