La puntata de La Prova del Cuoco del 25 settembre 2018

Spread the love

La Prova del Cuoco

Elisa Isoardi presenta una nuova puntata de La Prova del Cuoco con al suo fianco Andrea Lo Cicero: oggi, 25 settembre 2018, il tema del giorno è il pecorino. L’affinatore di formaggio Fiorenzo Giolito e la nutrizionista Myrta Mazza ne parleranno nel dettaglio!

Va dove ti porta il cuoco

Fonduta dolce di pecorino con pere all’anice di Dino De Bellis

INGREDIENTI

(per 4 persone)

  • 200 g di pecorino dolce fresco
  • 200 ml di panna
  • 2 pere kaiser
  • 100 ml di vino rosso
  • 40 g di zucchero di canna
  • 1 fiore di anice stellato
  • 2 savoiardi sardi
  • menta fresca qb

PREPARAZIONE

  • Tagliare a dadini da mezzo centimetro il percorino;
  • Mettere a scaldare la panna in un pentolino;
  • Sbucciare la pera e tagliarla a spicchi;
  • Mettere il formaggio in un contenitore alto e versare la panna calda;
  • Far riposare un pochino il tutto;
  • Mettere le pere in padella con lo zucchero di canna e l’anice stellato;
  • Appena prende calore aggiungere il vino rosso;
  • Mettere sulla base del piatto la fonduta e servire sopra dei savoiardi tagliati a tocchetti;
  • Aggiungere la riduzione del vino rosso;
  • Aggiungere anche le pere ed ancora riduzione;
LEGGI ANCHE  Le ricette di oggi de La Prova del Cuoco del 12 ottobre 2012

Costo del pecorino: 1 kg di pecorino costa da 15 a 17 euro a Roma, da 14 a 15 euro a Vibo Valentia.

Pecorino: un carattere per tutte le stagioni

Esistono tantissimi varietà di pecorino in Italia: è il 2° o 3° formaggio più venduto in tutto il modo ed il centro e sud Italia ne sono i maggiori produttori. La Sardegna è sicuramente la maggiore produttrice. Il piatto preparato oggi un dolce che si può concedere, ma è necessario fare attenzione al resto che si mangia. Dal punto di vista nutrizionale frutta e formaggio non è un accostamento buono; ci potrebbero essere dei problemi per chi magari ha problemi di digestione lenta. Il latte ed il sale differenziano molto i pecorino: i più stagionati hanno un tenore di sale maggiore. Il pecorino generalmente si escludono nella dieta: il pecorino contiene 70 mm di colesterolo. In commercio, però, vi sono anche dei pecorini più leggeri e ciò è dovuto alla modifica del regime alimentare dell’animale. Meglio fresco o stagionato il pecorino? Entrambi sono un concentrato di proteine, grassi, vitamine e sali minerali: nello stagionato dove si riduce l’acqua si hanno più grassi, ma possiamo concedercelo con modetazione. Un pecorino di qualità si riconosce guardando la crosta: la muffa è segno di maturazione, umidità della cantina, poi al taglio si guardano se ci sono dei difetti. La crosta deve essere sottile e poi si controlla il profumo.

LEGGI ANCHE  Martedì a La Prova del Cuoco del 12 febbraio 2019

Spread the love
Continua la lettura » 1 2