Andrea P, parla la mamma: “Ha lottato come un guerriero”

Spread the love

A pochi giorni dalla triste scomparsa di Andrea P, la mamma trova il coraggio di parlare e racconta gli ultimi istanti di questo giovanissimo ragazzo strappato tragicamente alla vita ed alle sue grandi passioni: tra queste, come sappiamo, la cucina. Vediamo cosa ha detto.

Una passione irrefrenabile per la cucina, “ereditata” da nonna e mamma

Lo abbiamo visto dietro i temibili fornelli di Junior Masterchef nel 2014, a soli 13 anni, mentre si destreggiava tra pentole ed ingredienti a volte comuni a volte misteriosi. Si divertiva, si appassionava, gli piaceva davvero tanto. Andrea era un ragazzino pieno di estro e fantasia, voglia di mettersi in gioco, positività e allegria. Così lo abbiamo conosciuto, per quanto poco, da dietro lo schermo televisivo, e così lo vogliamo ricordare.

La passione per i fornelli l’aveva scoperta nel ristorante di famiglia. A cominciare dalla nonna, passando per la mamma, Andrea era stato bravo ad osservare ed a carpire i segreti dell’arte culinaria, rivelandosi ben presto un piccolo grande talento. Di lì la partecipazione a Junior Masterchef e poi ancora tante e tante ricette.

Leggi anche: grave lutto in casa Masterchef, Andrea P. se n’è andato

Non solo cucina: Andrea era anche uno sportivo

Ma le passioni di Andrea non si esaurivano dietro i fornelli. L’altra grande passione del ragazzo era il tennis, sport nel quale riusciva a dare il meglio di sè. Anche lo sci era una grande passione. Sport, cucina, sani principi ed una bella famiglia alle spalle insomma. Ma purtroppo il destino ha voluto portare via Andrea dall’affetto dei suoi cari, per sempre.

LEGGI ANCHE  La Prova del Cuoco del 18 Dicembre

Un male incurabile, peggiorato drasticamente lo scorso inverno

Come hanno raccontato mamma Grazia, papà Pierluigi e la sorella Ludovica, Andrea soffriva purtroppo di leucemia da tanto tanto tempo. La prima diagnosi risale a quando il bambino aveva appena un anno di vita circa. Una battaglia, quella contro la leucemia, che l’ha portato in cura sia a Roma che a Pavia, e che l’ha costretto anche, per alcuni periodi, a lasciare la scuola. Ci sono stati alti e bassi, come in tutte le malattie, ma Andrea non ha mai perso la voglia di vivere e di portare avanti il suo progetto di vita, quello di un ragazzino qualunque, e del quale, in fondo, qualunque ragazzino ha diritto. Nel 2010 la ripresa, che aveva dato speranza alla famiglia. Da allora Andrea ha vissuto alla grande, intensamente e felicemente, con quel sorriso e quella positività che abbiamo visto proprio a Masterchef.

Pochi giorni fa, il suo 17esimo compleanno

Purtroppo però, la leucemia non perdona, ed ecco che lo scorso febbraio Andrea improvvisamente peggiora. Da qualche settimana i medici non avevano dato più speranze, ma Andrea non lo sapeva, e continuava a combattere come sempre. Proprio pochi giorni fa, il 7 agosto, amici e parenti si erano stretti intorno a lui per festeggiare i suoi 17 anni. Sono stati, purtroppo, gli ultimi istanti sereni.

LEGGI ANCHE  Le ricette de La Prova del Cuoco del 3 maggio 2017

L’ironia della sorte e le repliche in tv

A volte il fato è curioso e le coincidenze danno da pensare. Proprio in questi giorni, come un segno del destino, Sky Uno e Cielo stavano mandando in onda le repliche di quell’edizione di Junior Masterchef. Proprio in questi giorni, insomma, Andrea era di nuovo in tv, a farci sorridere con le sue chiacchiere e con i suoi modi simpatici.

La famiglia di Andrea a sostegno di Roma AIL

La famiglia di Andrea è sostenitrice di Roma Ail, Associazione Italiana contro le Leucemie, i Lonfomi e il Mieloma. Il 24 settembre prossimo – giornata mondiale della Leucemia Mieloide Cronica – proprio a Roma, si terrà una FitWalking di 3 km allo scopo di raccogliere fondi e sostenere la ricerca. Partenza ore 9 da piazzale Del Pincio. Quota minima di adesione 5 euro. Se vi trovate a Roma, una buona occasione per dimostrarvi vicini non solo alla famiglia di Andrea, ma a tutte le famiglie che vivono situazioni drammatiche connesse a queste spiacevoli malattie.


Spread the love