La ricetta di Alessandra Spisni con le raviole di san giuseppe con mostarda bolognese

 

Oggi, durante La Prova del Cuoco del 16 marzo 2012, ci svela come preparare…

La ricetta delle raviole di san giuseppe con mostarda bolognese

INGREDIENTI

Per la pastafrolla:

  • 500 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di burro
  • scorza di 1 limone grattugiato
  • 10 g di lievito chimico per dolci
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale

Per la mostarda:

  • 300 g di mostarda (mele cotogne, mandorle, prugne secche, cannella, semi di senape)
  • zucchero semolato da spolverizzare
  • poco latte per spennellare la superficie

PREPARAZIONE

  • Preparare la pasta frolla con la farina, lo zucchero, la buccia di limone grattugiato, lievito, sale e burro;
  • Aggiungere le uova e continuare a mischiare il tutto per bene;
  • Stendere la pasta aiutandosi con la farina;
  • Fare delle formine tonde con la pasta frolla;
  • Stendere la marmellata su ogni formina e chiudere a modo di raviolo;
  • Spennellare le raviole con il latte;
  • Cuocere per un quarto d’ora a 180°C;
  • Aggiungere dello zucchero semolato sopra;

Servire il piatto con un vino bianco Torcolato.

11 Commenti

  • sei molto brava sei la migliore .
    quando ti vedo fare la sfoglia mi sembra di vedere la mia mamma ,la sua sfoglia era grande come quella che fa lei ed era pugliese

    rita il 16 marzo 2012 alle 15:47
  • aCara Alexandra; per me sei una dei milgiore nel programma di Antonnella. Il modo di fare le ricette li fai con grande amore,a me piace molto vederti come fare la pasta e il tuo amore per Bologna. Siamo stati a Bologna e per me e stata una vaganza speciale con la gente veramente acoliante. Sono una nonna Maltese con 6nipoti e sono sempre in cucina a fare da mangiare per tutto il troop. Tanti cari auguri,mi dispiace che il mio Italiano non e prefetto. Anna Schembri.

    Anna Schembri il 16 marzo 2012 alle 16:37
  • Ciao Alessandra, mi chiamo Louise e la scrivo da Malta. Mi piacciono tanto le tue ricette e il modo come le fa in diretta.Si vede che cucina con amore e con passione, Complimenti!

    Louise Camilleri il 16 marzo 2012 alle 21:56
  • Complimenti Signor Sbisni. Di vede che cucina con amore e passione, Sono una casalinga maltese che la seguo regolarmente e la assigura che ho pimparato tanto da lei. Grazie tanto.

    Louise

    Louise Camilleri il 16 marzo 2012 alle 21:59
  • Carissima Alessandra le tue ricette sono sempre le migliori.
    Oltre che maestra di cucina sai dispensare consigli di vita preziosi.

    Anna Maria il 16 marzo 2012 alle 23:02
  • cara alessandra quarda la prova del cuoco dalla francia tu sei veramente la migliore non capisco come fai la sfoglia sempra un vetro sei veramente molto brava

    angela il 18 marzo 2012 alle 16:56
  • buongiorno
    Le faccio i complimenti per la spontaneità e la chiarezza con la quale
    spiega le sue ricette una in particolare vorrei
    se possibile avere la descrizione e cioè le sasagne di pesce con salmone fresco e affumicato e gamberi
    devono essere una cosa superlativa
    è possibile averla?
    grazie grazie grazie
    anna

    gugliotta anna il 19 marzo 2012 alle 10:36
  • bravissima alesandra io la sequo sempre tutti i giorni,e poi faccio le sue ricette.

    battista il 19 marzo 2012 alle 14:03
  • HO IMPARATO CERTI TRUCCHI DA VOI,CHE MI SONO UTILI.
    VORREI SAPERE DA ALESSANDRA SPISNI LA RICETTA DELLA MOSTARDA,SE ME LA POTETE MANDARE VIA E-MAIL: BALDASSARPAOLA@LIBERO.IT. GRAZIE CONTINUATE COSì,MI PIACE TANTO LA PARTECIPAZIONE DI CLAUDIO LIPPI.

    paola il 19 marzo 2012 alle 18:56
  • ho provato a fare le raviole di san giuseppe ,un successone grazie alessandra

    anna il 27 marzo 2012 alle 09:00
  • Cara Alessandra penso che non leggerai mai questo mio commento,ma credimi sento di doverlo fare perche’ per me sei un mito.Di te mi piace la semplicita’ l’umorismo la simpatia ma maggiormente perche’ fai delle ricette alla portata di tutti e con pochi ingredienti e poi non lesini nelle porzioni propio come facciamo noi povere casalinghe,invece gli sheff sono troppo precisini guardano molto la forma piu’ che la sostanza,Continua cosi’,non vedo l’ora che arrivi settembre per rivederti,mi manchi gia tanto come anche il mio mito Antonella.

    elena il 2 luglio 2012 alle 21:49