Con il pollo al vapore addio alla cattiva digestione

Spread the love

pollo al vapore, addio cattiva digestione, tre idee golose - MyItalian.recipes

La cattiva digestione è spesso la conseguenza di un insieme di situazioni e stati sia corporei che emotivi. E non è vero che a causarla è sempre e per forza uno stato patologico dell’apparato digerente. Se soffrite di cattiva digestione, cominciare ad alimentarsi bene può essere la strada giusta. Tra i cibi consigliati in questo caso vi è il pollo al vapore. Ma non solo.

Cosa causa la cattiva digestione

Prima di entrare nel merito delle grandi virtù del pollo al vapore, spendiamo due parole sulla cattiva digestione. La cattiva digestione può essere causata da diversi fattori:

  • stress e ansia
  • postura sbagliata durante i pasti (non mangiate gobbi o seduti di traverso)
  • masticazione grossolana e veloce (è fondamentale masticare bene ogni boccone)
  • alimenti grassi, fritti, troppo piccanti e irritanti, poco sani, altamente raffinati, con conservanti artificiali e coloranti
  • alimenti ricchi di salse, salsine ed intingoli
  • fretta
  • disorganizzazione nell’alternanza corretta dei macronutrienti
  • intolleranze
  • abitudine di mangiare tardi e coricarsi subito

Le cause della cattiva digestione possono essere davvero molte e non sempre il disturbo è causato da una patologia del sistema digerente. Piuttosto, una protratta cattiva digestione può causare dolori allo stomaco, reflusso, gastrite e altri problemi.

Quali cibi sono ideali contro la cattiva digestione

La cattiva digestione può essere affrontata con alcune scelte alimentari che favoriscono il processo digestivo. Tuttavia, è importante notare che le reazioni individuali al cibo possono variare, e ciò che funziona per una persona potrebbe non essere altrettanto efficace per un’altra. Ecco alcuni cibi che spesso vengono considerati benefici per favorire una buona digestione:

  • Yogurt. Contiene probiotici, che sono batteri benefici per il sistema digestivo e possono aiutare a mantenere l’equilibrio della flora intestinale.
  • Zenzero. Può avere proprietà anti-infiammatorie e può contribuire a ridurre il senso di nausea.
  • Menta. Può contribuire a calmare lo stomaco e alleviare il disagio digestivo.
  • Banane. Sono facili da digerire e possono aiutare a fornire energia.
  • Papaya. Contiene enzimi digestivi naturali, come la papaina, che possono aiutare a scomporre i cibi.
  • Avena. È ricca di fibre solubili che possono contribuire a regolare il sistema digestivo.
  • Riso bianco. Facile da digerire e può essere una scelta leggera in caso di problemi digestivi.
  • Verdure cotte. Alcune verdure cotte, come carote o zucchine, possono essere più facili da digerire rispetto a quelle crude.
  • Pollo o pesce bollito o alla griglia. Proteine magre possono essere una buona fonte di nutrienti senza aggiungere troppo stress al sistema digestivo.
  • Acqua. Mantenere un’adeguata idratazione è fondamentale per una corretta digestione.
LEGGI ANCHE  Pollo con carciofi e pinoli

Quali sono i vantaggi della cottura al vapore?

La cottura al vapore è sinonimo per eccellenza di salute ma spesso è associata a qualcosa di estremamente noioso. Sbagliato! Il pollo al vapore, che è una carne bianca e magra ad alto apporto proteico ed esiguo apporto di grasso, è l’ideale per mangiare bene, per digerire e per mantenersi in salute. Ma non è affatto noioso. In generale, la cottura al vapore è un metodo di cottura che offre diversi vantaggi dal punto di vista della salute, della conservazione dei nutrienti e della praticità. Ecco alcuni dei principali vantaggi della cottura al vapore:

  • Conservazione dei nutrienti. La cottura al vapore è considerata uno dei metodi migliori per preservare i nutrienti negli alimenti. Poiché non c’è contatto diretto con l’acqua, molti nutrienti idrosolubili, come le vitamine del gruppo B e la vitamina C, sono meno suscettibili alla perdita durante la cottura.
  • Mantenimento del colore e del sapore. Poiché gli alimenti vengono cotti in un ambiente privo di acqua, mantenendo il loro colore originale e il sapore naturale, la cottura al vapore aiuta a preservare la qualità sensoriale degli ingredienti.
  • Minore perdita di minerali. A differenza della bollitura in cui i minerali possono dissolversi nell’acqua, la cottura al vapore minimizza la perdita di minerali essenziali dagli alimenti.
  • Bassa aggiunta di grassi. La cottura al vapore richiede pochi o nessun grasso aggiunto, il che la rende una scelta più salutare rispetto a metodi di cottura che richiedono oli o burro.
  • Conservazione della consistenza degli alimenti. Gli alimenti cotti al vapore mantengono una consistenza più croccante rispetto a quelli bolliti o cotti in altri modi, contribuendo a preservare la texture originale degli ingredienti.
  • Riduzione del rischio di contaminazione. La cottura al vapore elimina il contatto diretto degli alimenti con l’acqua bollente, riducendo il rischio di contaminazione microbiologica.
  • Economia di energia. Rispetto a metodi di cottura che richiedono una quantità significativa di acqua e tempi di cottura prolungati, la cottura al vapore può essere più efficiente dal punto di vista energetico.
  • Versatilità. La cottura al vapore può essere utilizzata per una vasta gamma di alimenti, tra cui verdure, pesce, carne, riso e persino dolci. È un metodo versatile che consente di preparare pasti sani e gustosi.
LEGGI ANCHE  Sagra della Ciuìga

Ecco 3 idee per preparare un pollo al vapore golosissimo ed irresistibile

Pollo al vapore on le spezie

La curcuma è una spezia delicatamente profumata che piace a tutta la famiglia. E’ anche di un bel giallo brillante, che mette subito di buon umore. Dunque, massaggiate il pollo con curcuma e sale prima di metterlo in vaporiera, e otterrete un pollo al vapore profumato, esotico e senza aggiungere grassi.

Pollo al vapore cremoso ma senza intingoli

Come detto gli intingoli sono i nemici della digestione. Mettiamo al bando i soffritti, e creiamone uno tutto naturale, ricco di licopene, un antiossidante preziosissimo per la nostra salute. Mentre il pollo cuoce in vaporiera, tagliamo diversi pomodori a dadini, aggiungiamo uno spicchio d’aglio, del basilico, sale e un cucchiaio di olio di oliva extravergine. Il sale favorirà la fuoriuscita dei liquidi. Quando il pollo sarà cotto, non dovremo far altro che tagliarlo a fettine e irrorarlo con il contorno di pomodori preparato. Tenete pronto il pane per fare la scarpetta!

Pollo al vapore alle erbe

Anche le erbe spontanee ed aromatiche ci vengono in aiuto per un pollo al vapore delizioso. Tritate dunque finemente le erbe che preferite, spontanee o aromatiche: finocchietto selvatico, prezzemolo, basilico….mettete tutte le erbe in una ciotola. Aggiungete la scorza grattugiata di mezzo limone (evitate il succo se soffrite di acidità di stomaco), un cucchiaio di olio extravergine di oliva e del sale. Quando il pollo è pronto, spennellatelo con questo tripudio d’erbe. Completate con qualche oliva e servite!

LEGGI ANCHE  La Prova del Cuoco del 27 gennaio

Come vedete il pollo al vapore è una ricetta eccellente per combattere la cattiva digestione e mangiare sano con fantasia!


Spread the love

Un pensiero su “Con il pollo al vapore addio alla cattiva digestione

I commenti sono chiusi.