Vegan    

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come tutti saprete diventare vegetariani significa non mangiare più animali. La dieta “vegetariana” è una dieta che viene anche definita “latto-ovo-vegetariana”: si escludono tutti gli animali (d’aria, di terra, d’acqua) ma non si escludono loro prodotti (latte e uova). Questa definizione di vegetariano è tuttavia riduttiva, in quanto potremo trovare persone che applicano una dieta latto-ovo-vegetariana, latto-vegetariana, ovo-vegetariana e “vegetariana stretta”, chiamata anche “vegana”.

Tenete presente che la scelta latto-ovo-vegetariana non è una scelta completamente contro l’uccisione degli animali, in quanto non è possibile ottenere latte, uova e miele senza uccidere animali. Ecco perchè il passo dalla scelta vegetariana a quella vegan è veramente breve.

E i motivi?

1 – Non far soffrire altri esseri viventi. Chiaramente il motivo principale è la volontà di non far soffrire altri esseri viventi…quindi alla base ci dev’essere una fortesensibilità verso creature che, come noi, possono provare sofferenza. Spesso non si pensa alla sofferenza degli animali semplicemente perchè non la si è vista…come si dice, “occhio non vede, cuore non duole”.

2 – Stare meglio. Essere vegetariani consente di vivere più sani e più in forma. Se escludiamo la carne, tutti gli altri alimenti (che sono veramente tantissimi!) consentono di fornire all’organismo le sostanze nutritive di cui ha bisogno, senza peraltro avvelenarlo con tossine velenose.

3 – Per far del bene anche all’ambiente in cui viviamo. Questa è una motivazione ecologista, umanitaria ed ambientalista, che tiene conto dell’impatto che l’allevamento di animali ha sul pianeta in cui viviamo. Una dieta basata su alimenti vegatali riduce notevolmente sprechi e devastazioni che non solo fanno male all’ambiente ma impoveriscono quelle popolazioni che già vivono sull’orlo della povertà. Infatti *per ottenere un kg di carne* è necessario consumare, mediamente, 15 kg di vegetali (in mangimi animali), che potrebbero invece essere usati per il consumo umano diretto: quel che si fa, quindi, è coltivare cereali, soia, e altre piante, *per usarle come mangimi per gli animali*, che però sono “fabbriche di proteine alla rovescia”, cioè, producono molto meno di quanto incamerano. E quindi questo enorme *spreco di vegetali, di acqua, di combustibile, di terreno (pensiamo alla deforestazione delle foreste tropicali), di sostanze chimiche, legate a questa trasformazione inefficiente, causa per forza di cose un impatto ambientale enorme ed aggrava pesantemente il problema della fame nel mondo*. Se lo stesso terreno fosse usato per produrre vegetali per il consumo diretto umano, si consumerebbero molte meno risorse, e tutti ci e tutti – anche le popolazioni ed aree del mondo più povere – ne trarremmo un gran beneficio.

*Con questo breve articolo non vogliamo spingere nessuno a cambiare alimentazione nè convincere nessuno che la scelta vegan o vegetariana sia giusta, ma pensiamo che sia importante che tutti sappiano come vanno le cose e come funzionano i processi produttivi, al fine così che ciascun individuo assuma un atteggiamento attivo e consapevole nelle scelte non solo alimentari ma anche di vita.*

Ed ora RicettePerCucinare vi consiglia qualche ricetta per chi desidera seguire una dieta vegetariana o vegan…scegliete quella che fa al caso vostro!

Antipasto Vegetariano

Couscous Vegetariano

Frittelle di patate speziate

Melanzane imbuttunate

Piatto Vegetariano con feta

Risotto Vegetariano

Savarin Vegetariano

Sugo Freddo Vegetariano


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

    APPROFONDIMENTI