Sempre più ristoranti etnici in Italia

ristoranti-cucina-etnica-popolare-italia

I ristoranti etnici sono sempre più popolari in Italia

L’Italia è terra di buongustai, ricchissima di specialità gastronomiche non solo nazionali, bensì, anche estere: e a questo proposito, infatti, nel nostro paese si contano circa 23’000 aziende attive nel settore della ristorazione che hanno alla loro guida un principale nato al di fuori dei confini italiani, un numero che è senz’altro degno di nota. A rendere noti questi dettagli molto interessanti del comparto gastronomico nazionale è stata la Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, certificando così una crescita delle cucine etniche in Italia.

Per compiere questa analisi, la Camera di Commercio ha preso in esame le informazioni presenti nel registro delle imprese dal 2012 al 2017, giungendo alla conclusione che, sull’arco di cinque anni, l’incremento di cucine etniche è stato pari al 40 percento. Nel prossimo paragrafo, preoccupiamoci di prendere nota in modo più dettagliato di questo trend, scoprendo quali sono i segmenti di mercato della ristorazione maggiormente interessati, sempre secondo il report che abbiamo preso in esame per il nostro articolo odierno.

Ristoranti e gastronomia da asporto etnici: un fenomeno crescente

Per comprendere meglio la portata di questa evoluzione, non possiamo fare a meno di soffermarci a considerare che l’analisi condotta dalla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi suddive le 23’000 attività di ristorazione – distribuite in tutto il paese – nel modo seguente: circa 14’000 sono ristoranti tradizionali, mentre 9’000 sono gli esercizi che si preoccupano di preparare piatti da asporto, con una forza lavoro globale che arriva a contare circa 83’000 occupati nel settore.

Da questi numeri, inoltre, emerge come vi sia una media di più di una persona ogni otto, attiva in questo settore nel nostro paese, che è impiegata in un’attività gestita da stranieri. Nel report, inoltre, emerge che Milano occupa il primo posto per quanto riguarda le aziende della ristorazione gestite da stranieri (3’137, pari al 40 percento, con una crescita del 6.2 percento in un anno e del 48 percento su cinque), con 12’889 lavoratori. Al secondo posto troviamo Roma – con 2’357 aziende, in crescita del 5.5 su un anno e più di 7’000 lavoratori, mentre al terzo posto c’è Torino, con 1’277 imprese, in crescita del 7.4 percento su base annua e con 4’000 lavoratori.

I commenti sono disabilitati.