Quando il barista ti vuol far pagare l’acqua del rubinetto

Un bicchiere d’acqua non si nega a nessuno

Quante volte vi è capitato di ritrovarvi in giro per la città o in spiaggia, e chiedere al primo bar che incontrate se vi dà un bicchiere d’acqua dal rubinetto? Sicuramente, almeno una volta vi sarete imbattuti in questa situazione ed avrete pensato che l’acqua fresca del rubinetto sarebbe stata offerta gratuitamente dal barista. In realtà, nel nostro paese questa pratica è comunemente rispettata, ma dovete sapere che non esiste alcuna legge che obbliga il proprietario del locale a servirvi gratuitamente il bicchiere d’acqua dal rubinetto. Dunque questa pratica, che non si è mai estinta nel tempo, può suscitare diverse reazioni in base a dove vi trovate!

Quando il bar vuole farti pagare l’acqua del rubinetto

Quindi, non vi è da meravigliarsi se in qualche locale l’acqua del rubinetto è servita previa pagamento. Difatti, la nostra legislazione non impone proprio nulla ai ristoratori e, anzi, l’unica accortezza richiesta è quella di rispettare le regole igieniche e di avere una fonte d’acqua potabile, poiché altrimenti si rischia fino a 6 mila euro di multa. Quindi, fate bene attenzione, perché richiedere un bicchiere di acqua dal rubinetto non vuol dire per forza che sia gratuita e, anzi, se il barista volesse farvela pagare può farlo. L’unica cosa che voi potrete fare è quella di controllare il prezzo esposto sul menù, giacché in tal caso è obbligato ad esporlo. Ricordatevi, però, che all’estero vi sono locali che hanno l’obbligo di offrire l’acqua del rubinetto gratis, come avviene in Inghilterra, Galles e Scozia! Pensate addirittura che in questi paesi si rischiano fino a 6 mesi di reclusione e 20 mila sterline di multa; tal obbligo però decade quanto il locale non vende alcolici.

I commenti sono disabilitati.