Sagra della sfrionzola e della salsiccia paesana nel comune di Ottati (Salerno)

Spread the love

Sagra comune Ottati

 Sagra della sfrionzola e della salsiccia paesana nel comune di Ottati

Il comune di Ottanti, nella proviancia di Salerno, si sta preparando al grande evento che porterà in città, come protagonisti, la sfrionzola e la salsiccia paesana. Difatti, dal 4 al 5 febbraio 2012, il comune di Ottanti offrirà ospitalità alla sagra della sfrionzola e della salsiccia paesana, evento promosso dalla Pro Loco di Ottati e con la partecipazione del Comune di Ottati, Provincia di Salerno, Regione Campania, Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Comunità Montana “Alburni, e Banca di Credito Cooperativo di Aquara. La sagra, giunta alla 23° edizione, è uno tra gli eventi più noti della zona campana.

La sfrionzola e la salsiccia protagoniste nel comune di Ottati

Lo scopo vero e proprio della sagra della sfrionzola e della salsiccia paesana è quello di render noto la tradizione locale del comune di Ottati; in questo modo, si porta sulle tavole imbandite il famoso piatto tipico chiamato per l’appunto sfrinzola. Questo piatto consiste nei pezzetti di carne di maiale con peperoni sottoaceto; in passato, questo piatto veniva preparato per festeggiare l’uccisione del maiale che per pochi giorni dava da mangiare alle famiglie dei contadini e degli allevatori del comune di Ottati.

LEGGI ANCHE  Sergio Barzetti con pasta al vino rosso con salamella croccante e scamorza

Ad ogni modo, da anni la sagra della sfrionzola e della salsiccia paesana è diventata l’occasione giusta per la promozione dei sapori tradizionali di salami e prosciutti del comune di Ottati. Durante la sagra, si potranno degustare diversi piatti della tradizione come, per esempio, i cavatielli al sugo arricchito con carne di maiale, salsiccia e broccoli, pizza con le frittole, dolci tipici e molti altri piatti. Naturalmente, non mancherà neppure l’occasione per assaporare dell’ottimo vino locale e della musica popolare. Con tale occasione, saranno venduti prodotti locali e festeggiati il Santo Patrono San Biagio.


Spread the love