Frittura alla veneziana

Tra le cucine tipiche del nostro paese che utilizzano ingredienti freschi e genuini come il pesce offertoci dal mare, e riescono a dare sempre il giusto spunto per sbizzarrirsi con delle preparazioni di buona qualità, privilegiando in modo particolare la leggerezza e la freschezza nei gusti, quella della città di Venezia è ricca di interessanti specialità basate sulla materia prima che si trova in laguna. La nostra ricetta di oggi è qualcosa di molto sfizioso, vale a dire, una bella frittura di pesce (il fritoin in veneto) dove i crostacei e i frutti di mare la fanno da padrone, regalando ai nostri ospiti tutta la piacevolezza di un piatto gustoso, la cui preparazione è comunque in linea di massima piuttosto semplice. Lasciamoci ispirare dalla inebriante freschezza dei nostri pesci e, quindi, prepariamoci a sbalordire i nostri commensali con una preparazione autentica e buonissima, che ci porterà con la mente nella magia dei calli di Venezia.

Ingredienti

  • marsioni 200 grammi (piccolo pesce da fritto)
  • calamaretti 200 grammi
  • farina "00" 250 grammi
  • schie 200 grammi fresche (gamberettini piccolissimi, venduti ancora vivi)
  • latte 250 millilitri
Indicazioni per la preparazione
30 minuti di preparazione
3 minuti di cottura
2 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Mettete tutti i pescetti per il fritto a bagno nel latte per circa 15 minuti.

Preparatevi una teglia, una pirofila, un piatto grande, insomma quello che più vi comoda, nel quale metterete la farina.

Scolate un po' alla volta e pescetti e passateli nella farina, facendo attenzione a non farli incollare tutti assieme.

Setacciate ora il pesce infarinato con un setaccio per farina e trasferite il tutto in friggitrice o in una padella piena d'olio bollente.

Fate friggere per 2-3 minuti e scolate dall'olio. Passate il pesce in un piatto con della carta assorbente e salate a piacere.

Servite la vostra frittura alla veneziana su un piattino accompagnando con della polentina liquida o in un cartoccio di carta da zucchero.

Consigli
Per gustare al meglio la nostra frittura alla veneziana, oltre ad acquistare bel fresco il nostro pesce lagunare, non dovremo sottovalutare l'importanza di stappare una bottiglia di vino bianco come del pinot grigio.
Curiosità
Nella nostra frittura alla veneziana ci sono le schie, una sorta di gamberi di piccole dimensioni contraddistinti da un colore tendente al grigio e i marsioni, il cui nome in italiano è ghiozzi cenerini.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti