Diplomatico

Ecco a voi un classico della pasticceria italiana che non passa mai di moda. In qualunque negozio di pasticceria o caffetteria d'Italia sicuramente lo troverete ed avrete già avuto modo di assaggiarlo: stiamo parlando del diplomatico, un insieme perfetto di pasta sfoglia e pan di spagna, imbevuto, farcito con un’ ottima crema e una spolverata di zucchero a velo. Questo classico dessert è ottimo in tante occasioni: a colazione, per partire con gusto; a merenda, per una pausa in compagnia, magari accompagnato da una tazza di tè o caffè; come dessert, quando si hanno ospiti; in qualunque circostanza farete un’ottima figura, è un dolce amato e apprezzato da tanti, adulti e piccini. Perchè non imparariamo a farlo a casa? Il diplomatico è un dolce semplice e veloce da preparare, vi basterà seguire la nostra ricetta, ciò che il nostro chef esegue, grazie alle immagini, e sarà facile avere un perfetto diplomatico!

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
30 minuti di preparazione
60 minuti di cottura
6 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Stendete la pastasfoglia fino a renerla abbastanza sottile, bucherellatela con una forchetta e fatela cuocere in forno per circa 15 minuti o finchè non diventa dorata. Tagliatela a quadratini e lasciateli da parte.
Ora preparate il pan di spagna. Prendete 5 uova, dividete gli albumi dai tuorli e, utilizzando una frusta elettrica, sbattete i tuorli con 75 gr di zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e gonfio. Montate gli albumi a neve, aggiungete altri 75 gr di zucchero e proseguite a montare ancora per qualche minuto. Unite gli albumi montati ai turli e aggiungete 75 gr di farina, la fecola di patate, un pizzico di sale e la vanillina versandole nel composto tramite un setaccio per non formare grumi. Mescolate tutto delicatamente con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo, facendo attenzione a non smontarlo. Imburrate e infarinate una teglia rotonda a cerniera del diametro di 24cm e versateci l'impasto. Fate preriscaldare il forno a 180° e infornate la teglia per 40 minuti senza mai aprire il forno nella prima mezz'ora. Per controllare la cottura, passati i 40 minuti, bucate il centro della torta con uno stuzzicadenti: se allo stuzzicadenti resterà attaccato un po' d'impasto allora il pan di spagna non è ancora pronto. Per non fare sgonfiare il pan di spagna, una volta cotto, lasciatelo raffreddare per 10 minuti nel forno spento. Estraete la teglia dal forno e fate raffreddare il pan di spagna nello stampo prima di aprirlo. Tagliatelo a metà formando due cerchi e tagliate ancora i due cerchi ricavandone dei quadrati della stessa dimensione di quelli che avete ritagliato dalla sfoglia. Versate l'alchermes in una ciotola, diluitelo con un po' d'acqua e utilizzatelo per bagnare i pezzi di pan di spagna.
Per preparare la crema montate 6 tuorli con 150 gr di zucchero fino ad avere un composto spumoso e omogeneo. Poi versate il latte a filo e 50 gr di farina setacciata. Mescolate bene e mettete tutto su una pentola a fuoco basso facendo cuocere per una decina di minuti mescolando continuamente. A fine cottura lasciatela raffreddare completamente.
Ora prendete un pezzo di sfoglia, spalmateci un po' di crema e mettete un quadrato di pan di spagna sopra. Spalmate altra crema, posizionate un secondo quadrato di pan di spagna, versate ancora crema e chiudete il tutto con un quadrato di sfoglia. In questo modo avrete ottenuto un diplomatico. Ripete questa procedura fino a terminare i ritagli di sfoglia. Prima di servire spolverate lo zucchero a velo sopra a tutti i diplomatici.
Consigli
Potete realizzare il vostro diplomatico in tante forme differenti: sia rettangolare che rotondo, sia in grandi che in piccole porzioni. Scegliete quella che desiderate, vi basterà adattare la pasta sfoglia nella forma scelta. Inoltre, se non avete molto tempo, potete usare la pasta sfoglia già pronta che vendono nei supermercati. Inoltre per affettarla vi consigliamo di utilizzare un coltello seghettato.
Curiosità
Il dolce diplomatico prende il nome dal diplomatico di Parma che portò in dono, questo dolce, a Francesco Sforza, Duca di Milano, nel 1454. Si tratta dunque di un dolce dall'origine medioevale.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti