"brodeto" del garda

Ingredienti

1 chilo di coregone (lavarello), 500 gr di avole, 500 gr di carpa, 500 gr di gamberi di lago, 600 gr di persico, un limone del garda, 100 gr di olio del garda, due cipolle, due spicchi di aglio, una manciata di prezzemolo, quattro foglie di lauro, fette tostate di pane, pepe, sale

Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

lavare e pulire perfettamente tutti i pesci. porre in una pentola e portare ad ebollizione il coregone tagliato a pezzi, le avole, la carpa tagliata a pezzi, l'aglio schiacciato, le foglie di lauro. cuocere per almeno un'ora. raffreddare, togliere il brodo e passare i pesci cotti per un setaccio sottile, unendo quanto si ottiene al brodo. preparare i filetti ben puliti del pesce persico, i gamberi di acqua dolce, puliti, qualche avola piccola. in una padella separata, soffriggere con tutto l'olio la cipolla tagliata sottilissima, il succo di mezzo limone, salare, aggiungere il prezzemolo. rosolare in questo condimento i filetti di persico ed i gamberi con le avole per dieci minuti. versare il tutto nel brodo bollente, cuocere per altri dieci minuti. porre fette di pane biscottato, oppure fritto leggermente nell'olio, nei piatti fondi, versare il brodo distribuendo i pezzi di pesce e i gamberi per ogni piatto. condire con un pizzico di pepe. consumare ben caldo. è una zuppa di pesce che trova origine, anche nel nome, dal "brodeto" veneziano che naturalmente era eseguito con pesci e crostacei di mare. questa zuppa, ricercata ancora dai tempi antichi, è sempre presente nella cucina scaligera.

Commenti