Tutti i passi per la preparazione

Mettete le mele in una casseruola.

Consigli
Potete preparare la charlotte con tanti tipi di frutta differenti: mele, fragole, pere, ma anche con marmellata o crema al cioccolato, secondo i vostri gusti. Il dolce si conserva, sotto una campana di vetro o in un porta torta, per un paio di giorni al massimo.
Curiosità
Questo dolce risale al 1700, e deriva il suo nome dalla regina Carlotta, moglie di Giorgio III: pare infatti che la charlotte sia stata preparata per la prima volta proprio in onore della sovrana. La forma della charlotte, inoltre, ricorda l'omonima cuffia increspata usata dai nobili francesi.
ricette ebook

Ricette popolari

Il ricettario dei dolci

Scarica gratuitamente lo speciale ricettario dei Dolci.
Riceverai il collegamento per scaricarlo via email:

5 + 2 ?
(leggile qui)