Castagnaccio

Con l'arrivo dell'autunno e delle castagne che si riversano a terra per i boschi, è sicuramente giusta la scelta di portarci ai fornelli per preparare un dolce come questo di cui vogliamo parlarvi oggi: si tratta del rinomato castagnaccio, una torta a base di farina di castagne tipica tra le regioni del Piemonte, della Toscana, della Liguria, dell'Emilia e della Romagna. Questo dolce si può realizzare facendo un impasto costituito da farina di castagne, olio extra vergine d'oliva, acqua, pinoli ed uvetta; altre varianti dello stesso castagnaccio propongono nella ricetta anche l'aggiunta di ingredienti come le scorzette d'arancia, il rosmarino, i semi di finocchio o la frutta secca. Ad ogni modo, per accompagnare al meglio il vostro dolce, potrete servirlo in tavola con un buon vino novello oppure con i vini dolci come il Vin Santo che è noto per esser proposto spesso insieme ai cantucci. Altri abbinamenti perfetti con il castagnaccio sono con il miele di castagno e la ricotta. Ma ora passiamo alla preparazione e scopri insieme a noi come realizzare il tuo castagnaccio!

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
40 minuti di preparazione
30 minuti di cottura
4 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Mettete a bagno l'uvetta.
Mescolate una presa di sale alla farina e aggiungete l'acqua un po' alla volta, mescolando con una frusta fino ad ottenere un composto fluido.
Aggiungete quindi al composto i pinoli, le noci, e le uvette, tenendo da parte un po' di questi tre ingredienti.
Mescolate bene e poi versate in una tortiera ben inoliata.
Decorate la superficie del castagnaccio con la frutta secca che avete tenuto da parte e con una manciata di aghi di rosmarino fresco. Aggiungete un po' di olio a filo e infornate per 30 minuti a 200°.

Consigli
Ponete attenzione nella scelta della farina di castagne che dovrà essere estremamente dolce e fine. Il miglior acquisto lo potrete fare durante la stagione autunnale e più precisamente nel mese di novembre, recandovi da un vero mugnaio.
Curiosità
Stando a quanto si legge su un trattato scritto da Ortensio Landi, pare che l'inventore di questo dolce sia stato un lucchese ovvero "Pilade da Lucca". Sull'opera "Commentario delle più notabili et mostruose cose d'Italia e di altri luoghi", difatti, si legge: "il primo che facesse castagnazzi e di questo ne riportò loda".

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti