Tutti i passi per la preparazione

Aggiungere cime di rapa sbollentate. Regolare di sale e pepe.

Consigli
Se non trovate gli strozzapreti provate a preparare questo primo piatto con altri formati di pasta fresca come le trofie oppure le orecchiette. Inoltre, se volete dare carattere al vostro primo piatto, aggiungete abbondante peperoncino. Se ci sono bambini a tavola invece evitatelo.
Curiosità
L'etimologia del nome "strozzapreti" è incerta, e vi sono diverse teorie al riguardo. Una suggerisce che questo formato di pasta ricordasse vagamente i lacci delle scarpe con i quali, durante il rigido dominio pontificio, si usava strozzare i preti. Un'altra teoria suggerisce più genericamente che i preti, golosi di cibo come notoriamente erano, mangiassero di questa pasta sino ad ingozzarsi. Una terza teoria vuole che, sempre in epoca pontificia, le famiglie dovessero pagar tributo allo stato pontificio anche sotto forma di uova, e quindi le massaie si trovavano ad impastar la pasta solo con acqua e farina, e mentre lo facevano auguravano al prete di strozzarsi. Infine, un'ultima teoria suggerisce che fossero i mariti stessi - fortemente anticlericali - ad augurare ai preti di strozzarsi, quando le mogli offrivano a questi ultimi abbondanti piatti di pasta fresca fatta in casa.
ricette ebook

Ricette popolari

Speciale Pasqua

Scarica gratuitamente lo speciale e-book di Pasqua: 10 ricette salate + 10 ricette dolci per la tua Pasqua con chi vuoi!
Inserisci la tua email e ti riceverai la tua copia da scaricare.

5 + 2 ?
(leggile qui)