Strozzapreti con salsiccia e cime di rapa

Questo primo piatto è ottimo per chi desidera mangiare tanta verdura come cime di rapa, cavoli o broccoli, ma non ama gustarli da soli. Preparando un gustoso piatto con queste verdure insaporite con della salsiccia, chi non va pazzo per la verdura scoprirà un modo originale per gustarla in modo per così dire "indolore". Insomma, gusto, colore e salute per un primo piatto davvero economico perfetto per tutti i giorni. Ovviamente potete personalizzare la ricetta come meglio credete, trasformandola in una ricetta vegetariana, equilibrando a vostro piacere le dosi di salsiccia e di cime di rapa, oppure cambiando il formato della pasta. Nel caso non troviate le cime di rapa, potete tranquillamente sostituirle con dei broccoli o del cavolfiore. Ne trarrete comunque un piatto gustosissimo ed assolutamente salutare. E non solo: qualora non trovaste la pasta fresca, potete anche decidere di usare una pasta secca comune, sostituendo agli strozzapreti dei comuni fusilli. L'esito sarà ugualmente gustoso. E ancora, se siete vegetariani potete anche decidere di eliminare la salsiccia da questo primo piatto, preparandolo esclusivamente con dell'ottima verdura fresca.

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
20 minuti di preparazione
15 minuti di cottura
2 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Mettete l'aglio a rosolare in un filo di olio. Sgranate le salsiccie ed aggiungetele in padella. Sfumate con un pò di vino bianco e lasciatele cuocere. Togliete lo spicchio di aglio. A parte sbollentate le cime di rapa in acqua bollente. Dopo 5 minuti, scolatele ed aggiungetele alla salsiccia. Regolate di sale e pepe, tagliuzzate leggermente le rape e mescolate con un cucchiaio di legno onde amalgamare il tutto. Se gradito, aggiungete del peperoncino. Cuocete le vostra pasta fresca nella stessa acqua di cottura delle cime di rapa. Scolate quindi la pasta ed aggiungetela al sugo preparato. Mescolate bene, spolverizzate leggermente con del grana e servite subito.

Consigli
Se non trovate gli strozzapreti provate a preparare questo primo piatto con altri formati di pasta fresca come le trofie oppure le orecchiette. Inoltre, se volete dare carattere al vostro primo piatto, aggiungete abbondante peperoncino. Se ci sono bambini a tavola invece evitatelo.
Curiosità
L'etimologia del nome "strozzapreti" è incerta, e vi sono diverse teorie al riguardo. Una suggerisce che questo formato di pasta ricordasse vagamente i lacci delle scarpe con i quali, durante il rigido dominio pontificio, si usava strozzare i preti. Un'altra teoria suggerisce più genericamente che i preti, golosi di cibo come notoriamente erano, mangiassero di questa pasta sino ad ingozzarsi. Una terza teoria vuole che, sempre in epoca pontificia, le famiglie dovessero pagar tributo allo stato pontificio anche sotto forma di uova, e quindi le massaie si trovavano ad impastar la pasta solo con acqua e farina, e mentre lo facevano auguravano al prete di strozzarsi. Infine, un'ultima teoria suggerisce che fossero i mariti stessi - fortemente anticlericali - ad augurare ai preti di strozzarsi, quando le mogli offrivano a questi ultimi abbondanti piatti di pasta fresca fatta in casa.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti