Spaghetti Rossi con Crema di Melanzane

Nonostante non abbia niente di tradizionale, questa ricetta per molti versi ci ricorda la splendida Sicilia, con i suoi sapori ed i suoi profumi. La melanzana, le mandorle ed il basilico richiamano alla nostra memoria i sapori di quell'isola meravigliosa baciata dal sole quasi tutto l'anno. La pasta rossa trafilata al bronzo conferisce sapore ma anche energia, carattere, colore e passione a questo primo piatto così originale. Provate anche voi questi spaghetti rossi con crema di melanzane: vi consentirà di stupire i vostri ospiti in occasione di una cena diversa dal solito, con un primo piatto non solo davvero originale e mai visto, ma anche di facilissima realizzazione. Essendo una ricetta facile e veloce, questo primo piatto di spaghetti rossi con crema di melanzane si presta perfettamente anche a chi non ha particolare dimestichezza con i fornelli e tuttavia non vuole rinunciare al piacere di ricevere molti amici a cena.

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
30 minuti di preparazione
2 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Sbucciate la melanzana e tagliatela a dadolata grossa.
Tagliate grossolanamente la cipolla e fatela soffriggere in un tegame.
Fate cuocere le melanzane aggiungendo subito il sale in modo che appassiscano lentamente. Aggiungete in cottura le mandorle intere e continuate a cuocere finchè le melanzane non saranno molle.
Con un mixer ad immersione frullate le melanzane e le mandorle assieme ad un ciuffo di basilico fresco.
Impiattate la pasta condendo con la crema di melanzane, mandorle tritate a mano e un filo d'olio extravergine d'oliva.

Consigli
Quando acquistate la melanzana, premetela leggermente con le mani ed assicuratevi che sia bella soda e che la buccia sia ben lucida. Se la buccia è opaca, presenta delle grinze e la melanzana al tatto è leggermente spugnosa, non acquistatela: non sarà fresca e sicuramente al suo interno sarà piena di semi. Al momento di cucinarla poi, vi suggeriamo di tagliarla a fette o cubetti secondo come richiede la ricetta, e di lasciarla alcuni minuti in un colapasta con una spolverizzata di sale fino o grosso. In questo modo la melanzana rilascerà la sua acqua di vegetazione e perderà il sapore amarognolo che altrimenti la caratterizzerebbe. Se volete accentuare ancor di più la dolcezza della vostra melanzana, potete immergerla nel latte per qualche ora, quindi scolarla, tamponarla e prepararla come meglio preferite.
Curiosità
Sembra che la melanzana sia stata introdotta nel nostro paese dai frati Carmelitani, e che tuttavia essa fosse decisamente ignorata a livello gastronomico, a tal punto che nei primi trattati gastronomici del Medioevo, questa non viene proprio citata. In epoca medievale si riteneva addirittura che, se consumata cruda, la melanzana potesse condurre alla pazzia. E non solo: Ibn Botlan, esperto medico arabo, affermava che la melanzana non solo rendeva chi la consumava incline alla malinconia, ma spingeva anche ad una lussuria smodata ed eccessiva. Altra piccola curiosità: durante la Seconda Guerra Mondiale, quando il tabacco era di difficile reperibilità, le foglie della melanzana venivano essiccate ed usate per fabbricare sigarette. La melanzana si usa anche in cosmesi: la sua polpa cotta e schiacciata con una forchetta, se mescolata allo yogurt, è perfetta per una maschera viso idratante.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti