"bruscitt" di busto arsizio

I bruscitt sono una preparazione a base di carne tipica della zona di Busto Arsizio: si tratta di una sorta di ragù grossolano di carne di manzo, cotta nel vino rosso ed insaporita con semi di finocchio. I bruscitti sono ottimi se serviti con la polenta a grana grossa, ma se questo non è il vostro gusto potete optare per una polenta diversa oppure per un buon pure di patate.

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
60 minuti di preparazione
45 minuti di cottura
4 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Mettere sul tagliere la carne, tagliarla a pezzi e poi, un pezzo per volta, tagliarla ancora, a filo di coltello, a dadolini grossi come piselli. Aromatizzarla con un cucchiaino da tè, per chilogrammo di carne, di semi di finocchio (foeniculum vulgare), una punta di aglio, una spruzzatina di vino di buona struttura, tipo inferno. Laciar cuocere lentamente nell'acqua di cottura. In una casseruola mettere, a freddo, la carne, il burro, il sale e il sacchettino degli odori. incoperchiare e cuocere a fuoco bassissimo. di tanto in tanto rimescolare, regolare di sale e, se i "bruscitt" risultassero troppo asciutti, aggiungere dei pezzettini di burro; se invece, verso fine cottura, avessero troppo sugo, scoprirli. Togliere gli odori, versare il vino, portare a bollore a fiamma viva, poi rimettere il coperchio e, a fuoco bassissimo, cuocere ancora per poco, fino a quando è scomparsa l'asprezza iniziale del vino e questo si è legato al burro. Servire i "bruscitt" con una fumante polenta.

Consigli
Se non gradite i semi di finocchio all'interno della preparazione, chiudeteli in una garzina, così da poterli eliminare facilmente. In alternativa, sostituiteli con una foglia d'alloro.
Curiosità
La cucina della zona di Busto Arsizio viene definita "bustocca": anticamente, sembra che questo piatto si ricavava dai brandelli di carne che si eliminavano durante le operazioni di concia delle pelli. Questa teoria non è del tutto confermata, e pertanto una seconda versione suggerisce che si trattasse semplicemente di scarti di macellazione.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti