Pezzetti di pollo con verdure e riso basmati

Sono andato a trovare la mia redattrice, e nella sua dispensa era piena di spezie portate dalle Giordania. Avevamo fame e mi sono fatto ispirare da tutti quei colori! Un petto di pollo, due verdure del mercato e le spezie ed è saltato fuori un piatto semplicemente favoloso! Ma facciamo un passo indietro: come mai spesso i piatti dal sapore orientale contengono il riso basmati? Dovete sapere che in lingua Hindi la parola Basmati significa "regina di fragranza". Si tratta di una varietà di riso particolarmente lungo, coltivato in particolar modo negli stati dell'India e del Pakistan. Dopo la cottura questo riso diventa ancora più lungo che da crudo, ma non diventa affatto colloso o appiccicoso; il suo sapore è intenso e piacevole, ideale per preparare piatti esotici o speziati. Quanto alla cottura, ve la insegno in questa ricetta: solitamente non si cuoce questo riso nell'acqua bollente come si fa con la pasta, ma per assorbimento.... E mi raccomando: non azzardatevi ad usarlo per fare il risotto alla milanese...combinereste un vero disastro!

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
30 minuti di preparazione
23 minuti di cottura
4 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Fate cuocere il riso basmati come se fosse riso per il sushi, solo con un pizzico di sale nell'acqua. Quindi: coprite il riso con 1 dito d'acqua, e fate cuocere per 13 minuti a fuoco basso con coperchio chiuso, e poi lasciate per altri 10 minuti a fuoco spento, sempre senza mai aprire il coperchio.

Tagliate la verdura e il pollo a dadolata grossa della stessa dimensione.

Mettete a marinare il pollo con l'aglio tritato finemente, e le spezie.

Fate saltare le verdure su olio molto caldo e condite con le spezie e sale e poi togliete dal fuoco.

Fate saltare il pollo nella stessa padella e successivamente aggiungete le verdure.

Servite sul piatto i pezzetti di pollo con verdure e riso basmati.

Consigli
State molto attenti ai tempi ed alle modalità di cottura del vostro riso basmati, giacché quest'ultimo è molto più tenero e delicato rispetto a quello comune: dopo averlo cotto in acqua, facendogliela assorbire, dovrete poi passarlo al vapore.
Curiosità
Il nome del riso basmati deriva dalla lingua Hindi e, il significato originario di questo termine, è "regina di fragranza", un nome più che azzeccato.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti