Quiche al pesto con pomodorini e pinoli

Chi l'ha detto che quando si usano degli ingredienti famosi per delle ricette note a livello planetario, non si possano comunque creare delle interessanti reinterpretazioni, unendo alla piacevolezza di queste ultime, tutta la magia di altre preparazioni tipiche magari anche di altri paesi? Ecco che quindi per un abbinamento insolito a base di pesto alla genovese, al di là delle scontatissime trofie, vi proponiamo un'alternativa veramente molto golosa come una quiche: potreste immaginare qualcosa di più originale di una quiche farcita con la famosa specialità genovese? E il lato ancor più interessante e creativo di questa preparazione, è che la stessa l'abbiamo arricchita ancor di più di pinoli ben tostati e di freschi e gustosi pomodorini, per una creazione che offre veramente il meglio della tradizione culinaria mediterranea. Vorreste provare a vedere in quanti secondi sparirà la vostra quiche dalla tavola, una volta che la proporrete ai vostri ospiti? Preparatevi a portarne dell'altra: finirà in pochissimo tempo!

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
45 minuti di preparazione
30 minuti di cottura
4 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Srotolate la pasta brisée e bucherellatela con i rebbi di una forchetta. A parte, in una boule, rompete le uova e sbattetele con un pizzico di sale. Aggiungete anche il latte, la panna e il grana. Regolate di sale. Aggiungete il pesto. Mescolate bene, quindi rovesciate il composto sulla brisée. Completate con spicchietti di pomodorini lavati e privati dei semi e una generosa manciata di pinoli tostati. Infornate a 180 gradi per mezz'ora circa.

Consigli
Per realizzare una quiche che sia equilibrata e gustosa, potreste acquistare degli ottimi pomodorini Pachino, che si sposano bene con il gusto dei pinoli e del pesto.
Curiosità
Per la preparazione del vostro pesto alla genovese, dovrete prestare attenzione soprattutto ad un particolare: il tempo impiegato. Meno a lungo lavorerete il pesto, e più si conserverà intatto.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti