La Prova del Cuoco del 7 gennaio 2020

Spread the love

La Prova del Cuoco puntata di oggi - RicettePerCucinare.com

Simona da Napoli e Luca da Asti sono i due concorrenti che si sfideranno questa settimana insieme ai concorrenti che cercheranno di aggiudicarsi lo scontro del giorno.

La Gara iniziale

tema: il calzone

1° scontro

Calzoncini fritti ricotta e pere di Sal De Riso

INGREDIENTI

Per l’impasto:

  • 500 g di farina
  • 300 g di acqua
  • 14 g di sale marino
  • 4 g di lievito di birra fresco

Per il ripieno:

  • 200 g di scarole
  • 80 g di alici
  • 80 g di olive
  • 30 g di capperi
  • 30 g di pinoli
  • 20 g di uva passa
  • 100 g di scamorza
  • 100 g di provolone
  • 100 g di provola affumicata
  • olio evo, formaggio grattugiato, pepe, aglio, uova, peperoncino qb

PREPARAZIONE

  • Unire l’acqua con la farina, sale e lievito fresco in una scodella;
  • Impastare il tutto per alcuni minuti;
  • Mettere la massa ottenuta in un recipiente chiuso e poi far riposare per 1 ora;
  • Compattare per formare una palla grossa da 800 grammi circa;
  • Mettere questa pagnotta in un contenitore asciutto e chiuderlo per farlo lievitare 7 ore ancora a temperatura ambiente;
  • Nel mentre preparare i formaggi;
  • Stufare in padella la scarola con olio e aglio – poi da togliere – e aggiungere olive e acciughe;
  • Proseguire cuocendo lentamente;
  • Preparare il forno caldo e spianare la pagnotta da 800 grammi fino ad ottenere un diametro di 50 centimetri;
  • Mettere i formaggi nel centro e poi condire con un po’ di olio;
  • Aggiungere la scarola rosolata insieme ad altre olive denocciolate, alici a pezzetti, pinoli, capperi e uva passa;
  • Chiudere l’impasto con l’altro lato non coperto;
  • Schiacciare con i polpastrelli formando una mezzaluna;
  • Posizionare il calzone su una teglia con carta da forno;
  • Spalmare la metà della parte superiore con un mix di olio evo e formaggio grattugiato, così da renderlo croccante;
  • Spennellare l’altra parte con il bianco e rosso d’uovo sbattuti con una forchetta;
  • Cuocere a 230°C per 13-15 minuti e servire tagliando a 6 spicchi;
LEGGI ANCHE  Fusilli con carciofi, pancetta e ricotta di Cotto e Mangiato del 27 febbraio 2013

Calzone al forno sciué sciué di Gino Sorbillo

INGREDIENTI

Per l’impasto:

  • 500 g di farina 00
  • 10 g di sale
  • 100 g di uova intere
  • 20 g di olio aveo
  • 180 g di acqua
  • 10 g di lievito di birra

Per le pere cotte:

  • 150 g di pere
  • 40 g di zucchero
  • 10 g di infuso all’aroma di Rhum
  • 10 g di amido di mais
  • 1/2 bacca di vaniglia bourbon
  • succo di limone, olio evo qb

Per il ripieno:

  • 500 g di ricotta di bufala
  • 150 g di zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 50 g di granella di nocciole
  • 150 g di pere cotte a cubetti

PREPARAZIONE

  • Mettere la farina a fontana ed aggiungere ili lievito già sciolto nell’acqua;
  • Proseguire con l’olio, l’uovo e sale;
  • Impastare bene e poi far raddoppiare l’impasto;
  • Formare dei panini piccoli da 60 grammi circa e farli raddoppiare nuovamente fino a raddoppiare a temperatura ambiente, coperti con canovaccio umido;
  • In padella mettere un po’ di olio a scaldare e poi aggiungere la pera già tagliata a cubetti;
  • Unire poi lo zucchero e mischiare l’amido di mais, facendo andare per qualche minuto;
  • Aggiungere il succo di limone e l’infuso di rhum con la vaniglia;
  • Stendere la pasta e fare dei dischi;
  • Mettere nel centro il ripieno e formare il calzone, schiacciando bene i bordi con il palmo della mano;
  • Friggere a 180°C in olio abbondante;
  • Passare nello zucchero semolato appena fritti;
LEGGI ANCHE  La Prova del Cuoco del 20 febbraio

La squadra del pomodoro si aggiudica questo scontro e la penalità va alla squadra del peperone, con Cristian Bertol.

ABC della pasta di Alessandra Spisni

Oggi, insieme ad Alessandra Spisni, impariamo a preparare i nidi di tagliatelle. È necessario preparare una classica sfoglia, tirarla, asciugarla ( i bordi si increspano). Arrotolare la pasta e poi tagliare le tagliatelle con il coltello. Poggiare la pasta sulla mano e poi girare sempre, senza far girare la pasta; dovrà far passare l’aria. Far asciugare i nidi, poi girare dall’altro lato e si può conservare in frigo, freezer o all’aria con un canovaccio sopra.


Spread the love
Continua la lettura » 1 2