Martedì 30 ottobre 2018 a La Prova del Cuoco

Spread the love

La Prova del Cuoco

L’aceto balsamico è l’argomento del giorno a La Prova del Cuoco del 30 ottobre 2018 e ne parliamo con gli esperti elisa e Luca.

Va dove ti porta il cuoco

Cappelletti con fonduta di formaggio e aceto balsamico di Anna Maria Palma

INGREDIENTI

  • 50 g di Petto di Pollo o Fesa cotti
  • 50 g di Polpa di Manzo cotta
  • 100 g di Polpa di Maiale cotta
  • 50 g di Mortadella
  • 50 g di Prosciutto crudo
  • 300 g di Formaggio grattugiato
  • 3 Uova
  • 200 g di Farina
  • 200 ml di Brodo
  • Aceto balsamico, Sale, Noce moscata e Pepe qb

PREPARAZIONE

  • Preparare la pasta fresca e stenderla e poi ottenere un dischetto;
  • Cuocere la carne ed unire la mortadella e da fuori unire anche il formaggio ed uovo per il ripieno;
  • Chiudere i dischetti ed ottenere i cappelletti;
  • Tostare la cipolla in una padella antiaderente ed unirla al brodo;
  • Preparare la fonduta di formaggio unendoli insieme e mettendoli nel latte riscaldato;
  • Aggiungere delle gocce di aceto balsamico;

Costo: 1 litro di aceto balsamico da 4 a 19 euro a Biella da 5 euro a 10 euro a Vibo Valentia.

Aceto balsamico: tutti i segreti per usarlo in cucina

Questo condimento antico, usato per il dolce ed il salato, è presente in tante varianti. Bisogna distinguere tra quello tradizionale e quello di Modena IGP. L’origine in comune è l’uva, ma per il resto sono diversi: l’invecchiamento è di 2 mesi minimo per l’IGP. L’invecchiamento è di minimo è di 12 anni e massimo 25 anni per l’aceto tradizionale. Sono due condimenti da usare a nostro beneficio: può aiutarci ad insaporire i piatti, riducendo il consumo di sale, facendo del bene al nostro cuore. Ha un po’ di calorie in più l’aceto balsamico rispetto quello bianco, ma visto che ne usiamo poco non è un problema. Quale aceto è meglio usare su primo piatto, ? Ad esempio, un cappelletto di zucca va bene un aceto balsamico; su carne bianca va bene un aceto balsamico più giovane mentre la selvaggina quello più invecchiato. La stessa cosa per i formaggi dove è meglio usare quello invecchiato di più. L’aceto balsamico è più fluido meno affinato e più denso quando è di più affinato. A chi fa bene e a chi fa male? L’aceto balsamico si usa in poche gocce e non bisogna esagerare per chi ha gastrite e ulcera; aiuta, però, a mantenere i picchi glicemici.

LEGGI ANCHE  La Prova del Cuoco del 19 novembre 2019

Spread the love
Continua la lettura » 1 2