Guida all’acquisto delle birre cult


birra

Guida all’acquisto delle birre cult

La birra è sicuramente una tra le bevande più antiche e più diffuse al mondo che viene preparata grazie all’utilizzo del malto d’orzo, anche se va detto che molto spesso sono spesso utilizzati anche mais, frumento e riso sempre in combinazione con l’orzo. Questa bevanda, oltre ad esser utilizzata per accompagnare i pasti, è sfruttata anche nella preparazione di alcune ricette o per la marinatura di alcune carni. Ad ogni modo, oggi vogliamo parlare delle birre cult che sono assolutamente da provare, almeno una volta nella propria vita!

Scoprendo le birre da provare assolutamente

La prima birra di cui vogliamo parlare si chiama Amarcord Riserva Speciale ed è una birra che nasce in Italia e più precisamente nelle Marche, anche se va detto che è stata ideata da un birraio newyorchese in omaggio a Tonino Guerra. Questa è decisamente una birra elegante e profumata, ottenuta grazie alla miscela di miele d’acacia, millefiori, visciole e prugnoli; chiunque voglia provarla dovrà spendere ben 20 euro per una bottiglia da 75 cl. Spostiamoci ora in Sardegna, dove Nicola Perra da Maracalagonis, in provincia di Cagliare, ha creato BB10; questa bevanda alcolica è stata prodotta grazie al mosto cotto di Cannonau e denota sensori di cioccolato, amarena e pugna.

LEGGI ANCHE  La Prova del Cuoco di martedì 24 maggio 2016

A Milano, invece, troviamo il Lambrate, primo birrificio che ha aperto nel capoluogo lombardo e che tutt’ora detiene la qualità in fatto di birra. Molti sono i prodotti interessanti proposti da questa birreria artigianale italiana tra cui la Ligera, dalle note agrumate. Spostiamoci in Belgio e scopriamo la birra champagne Deus: questa birra è prodotta e maturata per l’appunto in questa nazione, lasciata fermentare in bottiglia con remuage e dégorgement, nella zona francese dove si producono per l’appunto gli champagne. In questo caso, quest’insolita birra lascia assaporare profumi delicati floreali ed è perfetta come aperitivo. Infine, ultima birra che è da scoprire è la Xyauyù, bevanda che porta la firma di Teo Musso e del suo Le Baladin che non lascia spazio a schiuma e bolle, bensì offre sensori di frutta esotica per i palati più delicati. Insomma, si parla di birre ma a volte non si pensa che questa bevanda possa esser davvero preziosa nel suo genere se scelta accuratamente!