Sergio Barzetti con la ricetta del profitterol salato

Spread the love

La Prova del Cuoco

 

Oggi, a La Prova del Cuoco del 27 febbraio, il maestro dei fornelli Sergio Barzetti ci presenta…

La ricetta del profitterol salato

INGREDIENTI

  • 250g di acqua
  • 150 g di farina
  • 4 uova
  • 50 g di burro
  • 250 g di robiola
  • 50 g di prosciutto cotto
  • prezzemolo q.b.
  • noce moscata
  • sale
  • olio di semi di arachidi q.b.

PREPARAZIONE

  • Preparare la pasta per bignè mettendo in acqua calda il burro ed un pizzico di sale;
  • Dopo essersi sciolto il burro, aggiungere la farina e togliere un po’ dal fuoco lavorando con un mestolo di legno;
  • Riportare sul fuoco e far formare una crosticina;
  • Mettere il composto in una ciotola e poi aggiungere un uovo per volta amalgamando per bene; 
  • Nel frattempo, scaldare l’olio di semi di arachidi;
  • A parte incorporare la robiola con il prosciutto tritato;
  • Realizzare delle palline e friggerle in pentola;
  • Sul finale aumentare leggermente la temperatura dell’olio in modo che  si faccia un piccolo buco;
  • Farcire con un sac a poche dopo aver bucato il bignè;
  • Sistemare su un piatto i bignè, intervallando con un po’ di composto nel piatto;
  • Aggiungere del prezzemolo;

Accompagnare il piatto con uno spumante secco: trento millesimato.


Spread the love
LEGGI ANCHE  Mercoledì 2 aprile 2014 con Antonella a La Prova del Cuoco

9 commenti su “Sergio Barzetti con la ricetta del profitterol salato

  1. mi coplimento x la vostra trasmissione e le ricette ,sopratutto quelle molto semplici io le metto in pratica spesso….tanti coplimenti a tutti voi un abbraccio e grazie x tutto

  2. Cara Antonella sono una tua assidua ammiratrice, di te e dei tuoi programmi, Quando abitavo in Perù il mio paese natale seguivo i tuoi programmi attraverso il satellite e ti dirò che eri molto conosciuta anche fra il pubblico peruviano che non parla l’italiano ma gli piaceva il tuo programma,l’eleganza del programma i tuoi cuochi e la tua simpatia, anche se non potevano capire tutto quello che dicevate, bastava vedere per imparare molto della cucina italiana. Continua così!

  3. I miei complimenti ad Antonella e la sua equipe nel scegliere una persona così raffinata e preparata come lui nel mestiere di chef.Devo dire che la sua galanteria non è di questi tempi (purtroppo) ma è sempre piacevole per una donna sapere che ci sono ancora questi “gentleman” specialmente in Italia, lo trovo una persona “squisita!” degno del programma di Antonella.

  4. lui devo dire che è molto bravo e preciso(in cucina è un gran pregio) potrebbe però essere più simpatico

I commenti sono chiusi.