La ciambella della Befana di Anna Moroni

Spread the love

La Ciambella della Befana di Anna Moroni

Ingredienti

  • 400 gr di farina 00
  • 3 uova
  • 100 gr di burro
  • 120 gr di zucchero semolato
  • 10 gr di lievito liofilizzato di birra
  • 1/4 di latte fresco intero
  • scorzette di 1 limone
  • sale
  • frutta candita
  • 1 confetto
  • 1 albume
  • 200 gr di zucchero a velo

Preparazione

  • cominciamo facendo il lievitino in una boule
  • aggiungiamo le uova, il burro e lo zucchero
  • aggiungiamo poi le scorzette di limone grattugiate e la farina
  • aggiungiamo il confetto
  • lavoriamo bene e lasciamo che l’impasto lieviti per 1 ora
  • versiamo il composto in una tortiera a forma di ciambella
  • inforniamo a 180 gradi per 10 minuti
  • dopodichè abbassiamo a 160 gradi e lasciamo altri 30 minuti
  • quando il dolce è pronto, spennelliamo con l’uovo e decoriamo con i frutti canditi

Chi mangerà la fetta con il confetto avrà un anno fortunato!


Spread the love
LEGGI ANCHE  Estate de La Prova del Cuoco del 19 giugno 2012

5 commenti su “La ciambella della Befana di Anna Moroni

  1. non essendo troppo dolce e non troppo salato …volevo sapere il suo impiego in tavola ..come antipasto o come dolce ?

  2. In Portogallo si chiama Bolo-Rei (Torta del Re, a forma di corona reale in omaggio ai Re Magi) è il dolce tipico di Natale ed Epifania corrisponde al nostro panettone e pandoro solo che è più ricco; si aggiunge anche il Porto, noci, mandorle e pinoli, uva passa (poca). La versione senza i canditi si chiama Bolo-Rainha (Torta Regina)dove i canditi sono sostituiti da una confettuta Gila o Chila (leggi scila)) di zucca bianca filamentosa per decorazione (buona ma dispensabile se non disponibile). Versione, questa, che sta avendo successo tra i giovani che non amano i canditi. Fino a qualche anno fa, si metteva una fava ed un ciondolino, o miniatura di una figura del Presepe, avvolto in carta oleata che sono stati proibiti per evitare eventuali incidenti e chi trovava la fava pagava il dolce dell’anno seguente. Peccato che le Direttive Europee abbiano rotto con belle tradizioni europee e poi fanno entrare cianfrusaglie da paesi che se ne infischano di regole e sicurezza. A chi interessa posso postare una foto.

  3. …perchè non viene detto che questo è il dolce classico spagnolo, noto con il nome di “roscon de los Reyes”. Ha la stessa tradizione dei nostri panettone e pandoro, è il dolce dell’epifania.

I commenti sono chiusi.