Ingrediente

santoreggia

La santoreggia è una pianta aromatica molto apprezzata per il suo sapore e il suo profumo, che si presta perfettamente a trasformare secondi piatti in modo particolare a base di pesce e di carne e, in secondo luogo, anche di verdure. La santoreggia, in passato, era utilizzata come un afrodisiaco ed era molto amata anche dal famoso monarca francese Luigi XIV, il Re Sole. Nel nostro paese, la santoreggia è maggiormente diffusa nelle regioni del centro-nord, dove la stessa cresce sia coltivata - come del resto - anche in modo spontaneo, presentandosi come un piccolo arbusto alto circa trenta centimetri, con dei caratteristici fiori bianchi con sfumature leggere di tonalità rosa.

Uso in cucina

In cucina, la santoreggia viene utilizzata principalmente per condire al meglio secondi piatti preparati con ingredienti quali pesce, carne, legumi e verdure.

Conservazione

In genere, la santoreggia viene fatta essiccare, giacché questa soluzione ne rende più semplice la conservazione, che deve avvenire in luoghi freschi, bui ed asciutti.

Curiosità

Nell'Antica Grecia, la santoreggia era un'erba aromatica utilizzata come afrodisiaco, oltre ad essere utilizzata come offerta votiva a Dioniso.

Elenco ricette

cestino regalo prodotti tipici ricette ebook pasta e orecchiette dalla puglia

Ricette popolari

Il ricettario dei dolci

Scarica gratuitamente lo speciale ricettario dei Dolci.
Riceverai il collegamento per scaricarlo via email:

5 + 2 ?
(leggile qui)