Ingrediente

rapanelli

I ravanelli sono degli ortaggi che fanno parte della famiglia delle Brassicaceae: originari dell'area compresa tra i paesi del Mediterraneo dell'est e l'ovest dell'Asia, i ravanelli venivano coltivati già in epoca remota, con alcune testimonianze che li accreditano già come cibo apprezzato nel mondo egizio. Esistono le varietà precoce e tardiva del ravanello: la prima dà i suoi frutti circa un mese dopo la semina, mentre che, la seconda inizia a fornire frutti unicamente dopo circa due mesi. In genere, i ravanelli sono associati al caratteristico colore rosso, anche se in natura se ne trovano pure di bianchi, con forma arrotondata o anche allungata.

Uso in cucina

Sebbene i ravanelli siano sicuramente più famosi per la preparazione di insalate o di pinzimoni, in realtà, gli stessi possono essere sfruttati per preparare primi piatti quali minestre.

Conservazione

Il modo ideale per conservare i ravanelli, è privarli di tutte le parti verdi, per poi riporli in frigorifero - senza lavarli - avendo l'accortezza di mantenerli in un sacchetto, dove possono durare anche più di cinque giorni.

Curiosità

Sebbene non sia spesso sottolineato, i ravanelli sono molto apprezzati per i loro effetti benefici sul fegato e sulla cistifellea.

Elenco ricette

ricette ebook

Ricette popolari

Dolci e Natale

Scarica gratuitamente lo speciale ricettario dei Dolci di Natale.
Riceverai il collegamento per scaricarlo via email e portare in tavola calore e allegria!

5 + 2 ?
(leggile qui)