Ingrediente

Fontina

Tra i formaggi italiani più apprezzati, la fontina spicca in modo particolare per la sua pasta morbida, oltre che per quel suo gusto dolce e alla fragranza inconfondibile, che la rende perfetta non solo da mangiare da sola, bensì, anche per preparare la fonduta, oltre ad altre specialità tipicamente della valle d'Aosta, come gli gnocchi alla bava. In realtà, però, la fontina è molto apprezzata anche per guarnire primi piatti a base di riso. Prodotta a partire da latte di vacca di origine valdostana, la fontina raggiunge quella sua fragranza buona e inconfondibile con un periodo di stagionatura in genere non inferiore ai quattro mesi.

Uso in cucina

Sebbene questo formaggio originario della valle d'Aosta si possa assaporare anche da solo, si può utilizzare in realtà anche per preparare la classica fonduta, come del resto, i famosi gnocchi alla bava, come del resto anche primi piatti a base di riso.

Conservazione

Coloro i quali non posseggono una cantina a temperatura costante, possono conservare la fontina in frigorifero, avendo cura di avvolgerla in una pellicola stretta che ne conservi l'umidità.

Curiosità

Le forme di fontina prodotte nel corso dell'estate si presentano più morbide, gustose e dalla fragranza irresistibile.

Elenco ricette

ricette ebook

Ricette popolari

Dolci e Natale

Scarica gratuitamente lo speciale ricettario dei Dolci di Natale.
Riceverai il collegamento per scaricarlo via email e portare in tavola calore e allegria!

5 + 2 ?
(leggile qui)