olive farcite e fritte all'ascolana

Una bella cena in compagnia, non può che iniziare con un aperitivo all'altezza della situazione: e cos'altro si potrebbe servire per iniziare al meglio un prezioso momento conviviale, magari unitamente ad un buon prosecco, se non delle gustose olive all'ascolana? Originarie della provincia di Ascoli Piceno – e peraltro anche riconosciute con una DOP – vengono preparate con succulente olive verdi che contengono un ripieno gustoso con carne macinata, che vengono in seguito impanate e quindi fritte. La ricetta di questa squisitezza non è antichissima, ma neppure contemporanea: si ritiene che la stessa sia stata creata nel corso dell'Ottocento e che, a tale proposito, la sua popolarità avesse anche raggiunto personaggi di questo secolo del calibro di Giuseppe Garibaldi, Gioacchino Rossini e, infine, Giacomo Puccini. Siete pronti a questa sfida culinaria? Con la nostra ricetta, riuscirete a conquistare anche il palato più esigente, dando il via ad una indimenticabile e invitante cena.

Ingredienti

Indicazioni per la preparazione
30 minuti di preparazione
10 minuti di cottura
4 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Far soffriggere il trito di sedano, carota e cipolla e poi aggiungere la carne macinata. Dopo poco bagnare con un po' di vino bianco e lasciare sfumare.
Unire in una terrina la carne scottata in padella, mezzo uovo, la buccia di un limone grattugiata, il parmigiano, il prezzemolo spezzettato grossolanamente, la noce moscata, sale e pepe.
Frullare il tutto con un mixer o con un frullatore ad immersione.
Fare un taglio su un lato delle olive e con un cucchiaino riempire con la farcia ogni oliva.
Passare le olive nella farina.
Bagnare le olive infarinate nell'uovo sbattuto.
Passare le olive nel pangrattato.
Mettere le olive impanate su una teglia prima della frittura, poi friggere fino a che non saranno ben dorate.
Consigli
State molto attenti a come incidete le olive: procedete creando un taglio che permetta al ripieno di non fuoriuscire, che vi permetta di non ritrovarvi con l'oliva sfaldata a metà.
Curiosità
Già autori latini come Marziale e Catone citarono nelle loro opere la speciale varietà di olive che viene usata per preparare questa leccornia.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti