Puntarelle Romane

La cucina è spesso anche riscoperta dei sapori più particolari e peculiari attraverso ricette della tradizione, preparando delle pietanze regionali, che ben si adattano ad accompagnare piatti magari un po' più sostanziosi: oggi vi proponiamo infatti di cucinare delle puntarelle alla romana. Contraddistinte dalla loro freschezza e dalla loro semplicità, le puntarelle vengono proposte in modo particolare nella cucina tradizionale laziale o campana: si preparano in modo semplice, a crudo, e proprio per questo motivo sono ideali per dare un tocco di leggerezza a pranzi o cene con piatti forti. Con questo contorno, avrete inoltre la possibilità di far rivivere in tavola i sapori di una preparazione che affonda le sue radici nel patrimonio gastronomico storico del paese, aggiungendo al gusto amaro delle puntarelle un tocco in più dato dall'aglio e dall'acciuga, così come vi proponiamo. Per non sbagliare e servire qualcosa di gustoso e croccante ai vostri ospiti, lasciatevi guidare dalla nostra ricetta!

Ingredienti

  • cicoria 1 cespo di cicoria cimata (puntarelle)
  • aglio 1 spicchio
  • acciughe sott'olio
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
Indicazioni per la preparazione
15 minuti di preparazione
3 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Mondate la cicoria togliendo tutte le coste esterne (quelle più lunghe), ma non buttatele! Sarebbe un grosso spreco: sono buonissime da fare saltate in padella con un po' d'aglio e peperoncino.

Ma questa è un'altra storia, torniamo a noi: adesso dovreste avere in mano il cuore della pianta che è composto dalle puntarelle. Staccatele una ad una dalla base e sciacquatele sotto l'acqua corrente.

Bisogna ora tagliarle a striscioline verticali, eliminando la parte più dura alla base. Riempite il lavello di acqua bella fredda e lasciatele a bagno per dieci minuti, in modo che l'acqua fredda le faccia rassodare per bene. In realtà, le puntarelle tra gennaio e febbraio si trovano più lunghe e, stando alla tradizione, andrebbe tolta la pellicina in modo che l'acqua fredda le arricci. Ma io preferisco non toglierla perchè ne apprezzo la consistenza e il gusto. Voi provatele come preferite!

Adesso preparate la citronette non salata, quindi mescolando olio e succo di limone (io di solito mi servo di questi "biberon" che vedete in foto, sono davvero pratici sia per emulsionare sia per condire). Tritate grossolanamente l'aglio e l'acciuga. Togliete dall'acqua le puntarelle e centrifugatele per asciugarle. Condite le puntarelle con il trito di acciuga e aglio, la citronette e sale a vostro piacimento.
Consigli
Non siete degli estimatori del sapore amaro delle puntarelle? Allora mettetele a mollo più a lungo nell'acqua.
Curiosità
Le puntarelle rappresentano in realtà la porzione più morbida della catalogna.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti