Bignè di San Giuseppe

Come accade per la maggior parte delle feste, anche quella dedicata ai nostri papà, merita di esser festeggiata con il giusto piatto in tavola. Dunque, perché non preparare proprio per l'occasione uno tra i dolci più noti per allietare la giornata e le bocche di tutti i commensali in tavola? I bignè di San Giuseppe sono proprio il dolce prescelto per la Festa del papà e si contraddistinguono come un dolce tipico della regione Lazio, e più in particolare della città di Roma. Queste piccole bontà si caratterizzano per essere fritti, ripieni di una golosa crema pasticcera e spolverati infine da una nuvola di zucchero a velo. In questo modo, avrete dei golosi dolcini da gustare a fine pranzo insieme ai vostri genitori, festeggiando il vostro papà nei migliori dei modi. Ora, non vi resta altro che portarvi in cucina, scegliere i migliori ingredienti e preparare i vostri bignè di San Giuseppe, seguendo le nostre direttive per la preparazione.


Ecco che i nostri bignè sono pronti per esser gustati!

In alternativa vi consigliamo di preparare un altro dolce per la festa del papà, le zeppole di San Giuseppe.

Ingredienti

  • farina "00" 150 grammi
  • uova 3 unità
  • burro 60 grammi
  • zucchero 40 grammi
  • limone la scorza grattugiata di mezzo limone
  • sale un pizzico di sale
  • olio olio per friggere qb
  • acqua 250 millilitri

Farcitura

Decorazione

  • zucchero a velo zucchero a velo per decorare

Il ricettario dei dolci

Scarica gratuitamente lo speciale ricettario dei Dolci.
Riceverai il collegamento per scaricarlo via email:

(leggile qui)
Indicazioni per la preparazione
60 minuti di preparazione
20 minuti di cottura
4 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Unire in un tegame un poco di acqua fredda, il burro e il sale; far prendere il bollore, ritirare dal fuoco, e versare di colpo la farina setacciata precedentemente con il lievito, e stemperarla bene con la spatola di legno. Rimettere il tegame sul fuoco, e lavorare il composto fino ad ottenere una palla che si stacchi con facilità dalla spatola di legno e dalle pareti del tegame. Smettere di lavorare questo impasto quando fa un leggero rumore, come se friggesse. Ritirare dal fuoco e lasciar raffreddare la pasta, poi incorporare ad una ad una le uova e il tuorlo. Per la buona riuscita di questo dolce semplice e delicato, la pasta deve essere lavorata molto bene. Ogni aggiunta deve essere ben amalgamata, prima di passare a un'altra. Appena si producono nell'impasto delle bollicine sparse, aggiungere mezzo cucchiaino di zucchero e la scorza di limone grattata. Continuare a lavorare l'impasto per incorporarvi bene questi due ultimi ingredienti poi toglierlo dalla casseruola, avvolgerlo a palla in un canovaccio e tenerlo in luogo fresco per una buona mezz'ora. al momento della preparazione dei bignè, sul fornello, intiepidire il grasso nel padellone poi farvi cadere pezzi d'impasto grossi come nocciole. Farli friggere a calore moderato senza toccarli con la schiumarola, ma agitando semplicemente il padellone (i bignè si volteranno da soli). Man mano che i bignè gonfiano, aumentare il calore; appena hanno preso un bel colore biondo sgocciolarli, far raffreddare un poco il grasso e ricominciare l'operazione sino a esaurimento dell'impasto (per la migliore riuscita è bene friggerne pochi alla volta). A parte preparare la crema pasticcera; riempire una sac à poche di crema, e farcire i bignè uno ad uno. Disporre a piramide i bignè in un piatto di servizio ricoperto da una carta col pizzo e spruzzarli di zucchero vanigliato. servire subito.
Consigli
Se desideri preparare una versione più leggera dei bignè di San Giuseppe potrai cuocerli sfruttando la cottura in forno.
Curiosità
A Roma si è soliti festeggiare San Giuseppe con questi pasticcini e nello stesso giorno, ovvero il 19 marzo, cade anche la festa del papà.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti